Lega Pro, sabato scontro al vertice Pordenone-Venezia. Domizzi: “Sarà una bella sfida. Occhio ad Arma e Berrettoni”

Lega Pro, sabato scontro al vertice Pordenone-Venezia. Domizzi: “Sarà una bella sfida. Occhio ad Arma e Berrettoni”

Commenta per primo!

“Il primato in classifica? L’aspetto più positivo è che ci mette in condizione di lavorare nel clima ideale, perché questo Venezia deve ancora esprimere appieno tutto il suo grande potenziale”. Parola di capitano, Maurizio Domizzi – “oscar alla sfortuna” contro il Lumezzane per le due traverse colpite nella stessa azione – sprona i compagni a premere sull’acceleratore visto che sabato ad attenderli (ore 20.30) ci sarà quel Pordenone attardato di un solo punto dagli arancioneroverdi.
«Oggi la classifica non è veritiera, sono passate solo sei giornate e nelle prossime settimane ci saranno vari recuperi – premette il 36enne difensore lagunare -. Battere il Lumezzane non è stato facile, ma era scontato, perché in un campionato come questo le goleade sono l’eccezione e non la regola. La terza vittoria consecutiva ci sprona a fare meglio».
Domizzi ripensando all’ultima uscita ha ben chiaro dove insistere.
«Difensivamente continuiamo a concedere poco, giusto qualche tiro da fuori, meno di così è impossibile o quasi. Da parte nostra avremmo potuto fare di più nelle ripartenze, in particolare nel secondo tempo dopo aver speso molto nel primo. Peccato non averla chiusa prima dell’intervallo, alle mie due traverse di testa sto smettendo di pensare solo adesso – sorride – perché una sfortuna così non mi era mai capitata».
Al Bottecchia si affronteranno la miglior difesa, quella veneziana (due soli gol subiti finora), e il miglior attacco, quello pordenonese già a quota 14 centri con la coppia Arma e Berrettoni.
«Arma in categoria segna con regolarità da anni, Berrettoni è un talento fin da quando eravamo entrambi nella Primavera della Lazio. Il Pordenone si sta confermando molto competitivo dopo la scorsa stagione, come ho detto è sì molto presto, però sabato saranno comunque opposte la prima e la seconda della classifica. Noi abbiamo grande convinzione, perché adesso che è fuori Fabiano il Venezia è tutto nuovo e costruire qualcosa richiede tempo e impegno. Per questo sono sicuro che faremo senz’altro più occasioni e più gol». (da Il Gazzettino VE)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy