Plebiscito, approvato il progetto definitivo dalla Giunta comunale

Plebiscito, approvato il progetto definitivo dalla Giunta comunale

Un altro passo avanti del progetto Plebiscito. E’ di ieri la notizia che la giunta comunale ha approvato il progetto definitivo, propedeutico a quello esecutivo, che sarà poi l’ultimo atto prima di far partire i lavori per realizzare la nuova casa del Calcio Padova. Il progetto è quello da 3 milioni di euro, di cui circa 800 mila saranno spesi per lavori edili, parcheggi, allargamento stradale, attrezzature, impianti, oneri per la sicurezza e opere stradali. Altrettanti – come riporta Il Mattino – serviranno per gli espropri, che attualmente sono in fase di negoziazione, mentre il resto, circa 1.3 milioni, coprirà le spese per ristrutturare le tribune, gli impianti, l’arredo, le attrezzature e gli spogliatoi. Metà dei 3 milioni stanziati dall’amministrazione (per ottenerli ha acceso un mutuo) serviranno per mettere a norma lo stadio. «I locali che si trovano sotto la tribuna ovest, biglietteria e spogliatoi per le gare agonistiche con i relativi servizi igienici, infermeria e sala-stampa, necessitano di una ristrutturazione integrale», si legge nella delibera approvata ieri, «e anche i sistemi di sorveglianza e di sicurezza risultano obsoleti o addirittura mancanti». E poi un accenno alle tribune: «Va considerato il recupero e la messa a norma delle tribune esistenti e dei locali sottostanti, e infine dovrebbero essere completate le tribune realizzando quelle a nord e a sud». «In più, rispetto al progetto preliminare è stata inserita la predisposizione per la chiusura totale dello stadio», ha rivelato il sindaco Massimo Bitonci, «in modo che in futuro le curve e le tribune, eventualmente, potranno essere unite attraverso plinti». Il progetto definitivo ha tenuto conto del permesso di fattibilità ottenuto dai Vigili del Fuoco, sotto però la richiesta di espresse garanzie legate alla sicurezza e alle vie di fuga. Anche questo piano, infatti, dovrà essere approvato dai pompieri, dal Coni e dall’Usl 16 (come evidenziato nella delibera). Quello di ieri è un altro tassello fondamentale per mettere in moto l’iter che, stando alle promesse di Bitonci, dovrebbe portare il Padova a disputare il campionato 2017/2018 al Plebiscito. Intanto è stata fissata la cifra per gli espropri, e i terreni dovrebbero costare 27 euro al metro quadro. Almeno questa è la cifra offerta dall’amministrazione Bitonci ai privati affinché mettano a disposizione le loro aree, dove nei piani del sindaco sorgeranno i nuovi park per ospitare i tifosi. Le proposte sono state indirizzate nei giorni scorsi ai singoli proprietari, quelli con cui non è stato possibile negoziare una permuta (con il maggior possessore, Lino Barbiero, lo scambio invece è già stato approvato anche dal consiglio comunale) e raggiungono una somma totale di 323 mila euro.

Questo l’ultimo articolo che avevamo pubblicato sul progetto Plebiscito, del 12 luglio:

Plebiscito, altri passi in avanti. Sgomberati i locali, i Saints traslocano

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy