Tafferugli prima del match: mantovani e bresciani coalizzati contro i padovani

Tafferugli prima del match: mantovani e bresciani coalizzati contro i padovani

La ricostruzione dei fatti avvenuti ieri attorno alle 13, prima di Mantova-Padova

Da Il Mattino:

Agguato agli ultras del Calcio Padova prima del match di Lega Pro contro il Mantova. I tifosi biancoscudati, ieri poco dopo le 13, appena scesi dai pullman, sono stati aggrediti da un nutrito gruppo di mantovani e bresciani. C’è stato un fitto lancio di lattine e bottiglie. I padovani non si sono dati per vinti e hanno tentato di reagire ma sono stati caricati dalla polizia. L’esplosione di violenza ha colto tutti di sorpresa perché non c’erano avvisaglie che la situazione potesse degenerare. Invece i supporter della squadra di casa, coalizzati con i bresciani, avevano organizzato una imboscata nelle vicinanze dello stadio Martelli. I guai sono cominciati intorno alle 13.30 quando nel parcheggio di piazzale Ragazzi del 99 i padovani si stavano radunando dopo essere scesi dai bus. Improvvisamente è arrivato un nutrito gruppo di mantovani che ha cominciato a lanciare lattine, bicchieri e bottiglie all’indirizzo dei padovani. Che hanno immediatamente reagito prima con insulti poi correndo ad affrontarli. Hanno impugnato cinghie e bandiere. A quel punto è intervenuta la polizia che ha caricato i biancoscudati colpendoli anche con i manganelli. Un tifoso biancorosso è caduto a terra. Al termine del tafferuglio due poliziotti sono rimasti contusi ma non si sono rese necessarie le cure del pronto soccorso. Identificato invece un tifoso mantovano ma senza nessun tipo di provvedimento. Tant’è che ha potuto assistere alla partita. Durante la gara c’è stato, all’esterno dello stadio, un gran lavoro di ripulitura. Su tutto il piazzale erano infatti state abbandonate bottiglie di birra e lattine. Le stesse usate per colpire i tifosi padovani. Il timore che gli scontri potessero riprendere al termine della partita ha messo in allerta gli agenti addetti al servizio di sicurezza che si sono posizionati in zone strategiche. È anche stata modificata la viabilità, allargando le chiusure già previste. La vittoria del Padova ha spento, in qualche modo, i bollenti animi degli ospiti. Tra loro, c’è da dire, c’erano anche numerose famiglie. Al termine della gara sono usciti dallo stadio in modo ordinato senza urlare o inveire. Sono saliti sui pullman che, nel giro di un quarto d’ora, sono ripartiti verso il casello di Mantova Nord. A scortarli numerose volanti della polizia. A parte gli scontri di inizio partita non ci sono stati altri problemi di ordine pubblico, né i tifosi mantovani hanno cercato nuovi attacchi. I padovani in trasferta, in totale, erano 355

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy