A 10 secondi dalla fine la beffa, e l’Albinoleffe si accaparra i 3 punti

A 10 secondi dalla fine la beffa, e l’Albinoleffe si accaparra i 3 punti

Commenta per primo!

ALBINOLEFFE      2

PADOVA               1

 

ALBINOLEFFE: Tomasig, Bergamelli, Passoni (29’st Girasole), Foglio, Luoni, Cocco, Sala, Zenoni, Torri (14’st Bombardini), Hatemaj, Regonesi (35’st Piccinni).

A disp.: Offredi, Grossi, Garlini, Pesenti.

All.: (Fortunato) Mondonico

PADOVA (3-5-2): Cano; Trevisan, Legati, Portin; Crespo (27’st De Paula), Bovo (22’st Italiano), Jidayi, Gallozzi (33’st Hochstrasser), Renzetti; Vantaggiato, Ardemagni

A disp.: Menegon, Cesar, Cuffa, Di Nardo

All.: Calori

Arbitro: Ruini di Reggio Emilia

Ammoniti: Luoni, Tomasig, Jidayi, Cocco, Renzetti, Trevisan

Reti: 37’pt Vantaggiato (R), 43’pt Torri (R), 48’st Foglio

Quasi deserto lo stadio Atleti Azzurri d’Italia, immerso in un silenzio surreale: curva e tribuna vuote, circa 250 i tifosi biancoscudati (tra tesserati e non), sicuramente sotto il migliaio i bergamaschi.

Parte carico l’Albinoleffe, bramoso di regalare una gioia a Mondonico, oggi presente allo stadio anche se in panchina c’è ancora il suo vice Fortunato. Ma il Padova è altrettanto determinato a fare risultato visto che la vittoria in trasferta manca dallo spareggio playout di Trieste del 12 giugno. O se vogliamo parlare di regular season, proprio dall’ultima sfida del maggio scorso qui all’Atleti Azzurri. Ritmo blando in campo con qualche guizzo in velocità da ambo i lati, ma nessuna emozione. Al 29′ il primo brivido della gara con Foglio che prova a buttarla dentro, ma Cano ci mette la pezza. Al 33′ occasione anche per il Padova con Vantaggiato che di tacco pesca indietro Ardemagni ma Tomasig lo blocca. Al 37′ Ardemagni, imbeccato ancora una volta dal Torello, si invola la porta ma viene atterrato da Luoni. Ruini indica il dischetto. Dagli undici metri Vantaggiato realizza. Al 43′ parti invertite: Jidayi atterra Sala: rigore. Torri riporta la gara in parità. Il ravennate rimedia anche un giallo e sarà costretto a saltare la prossima sfida.

Nessuna variazione nella ripresa, gioco ancora statico e senza iniziativa, le squadre sono lunghe e il pressing è totalmente assente. Al 22′ Calori si gioca la carta Italiano con la speranza di creare gioco, e pochi minuti dopo tocca a De Paula. Ora il Padova gioca con un 4-3-3, con Legati e Renzetti esterni di difesa, Trevisan e Portin centrali, in mezzo al campo Italiano con Gallozzi e Jidayi come esterni e in avanti tridente composto da Vantaggiato, Ardemagni e De Paula. Al 37′ Vantaggiato si mangia un gol clamoroso: cross di Legati dalla destra e il Torello a due passi dal secondo palo cicca l’aggancio.

MInuti finali concitati a smentire cioò che sono stati gli 80 precedenti, ma nessuna delle due formazioni riesce a trovare la giocata vincente. 

La beffa arriva nel finale, a dieci secondi dal triplice fischio: Foglio dopo una rocambolesca azione realizza il gol della vittoria. Una vittoria che l’Albinoleffe non ha fatto nulla per meritare, ma che il Padova non ha fatto nulla per evitare di farsela portare via. Calori avrà molto da rivedere nei prossimi giorni

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy