A Siena tre punti in… Palio

A Siena tre punti in… Palio

Torna Legati, a centrocampo potrebbe partire dall’inizio Gallozzi. Nel Siena non c’è il padovano Rossettini.

Commenta per primo!

Calori vorrebbe uscire da questo stadio come Mourinho l’anno scorso. Una vittoria sul campo del Siena forse varrebbe quanto uno scudetto. Lo sa bene il tecnico aretino, che stasera (calcio di inizio alle ore 20.45) affronterà la capolista: dovesse fare bottino pieno si creerebbe, come affermato dallo stesso allenatore biancoscudato, un circolo virtuoso che potrebbe spingere il Padova molto in alto. Viceversa, una sconfitta non suonerebbe certo come un campanello d’allarme. La formazione: Calori pensa ad un leggero turn-over. Una prima novità potrebbe riguardare la difesa dove torna a disposizione Legati, reduce da un turno di squalifica. L’ex Crotone è candidato a formare la coppia dei centrali con Cesar. Difficile l’opzione Legati-Trevisan, dato che nelle gare in campionato non hanno mai giocato insieme. A centrocampo serio candidato per una maglia da titolare è Gallozzi, con Cuffa pronto a lasciargli il posto. In regia Italiano è favorito su Vicente, mentre in avanti spazio al trio dele meraviglie Vantaggiato e Succi, con Di Gennaro trequartista. L’avversario è tra i più temibili del campionato, qualche numero a ricordarlo: quattro vittorie in quattro gare a spese di Reggina, Cittadella, Atalanta e Modena, con il portiere Coppola che non subisce reti da 384′. Sul fronte della formazione, Conte non potrà contare ancora sugli infortunati Kamata e Brandao, e si aggregheranno in extremis i centrocampisti Bolzoni e Marrone, impegnati ieri in Bielorussia con l’under 21. Probabile qualche novità rispetto all’undici schierato a Trieste nel suo classico 4-4-2. In avanti dovrebbe rientrare Calaiò al posto di Larrondo, senza dimenticare Brienza, finora utilizzato solo a gara in corso. Si candida inoltre per uno dei due posti di esterno offensivo Reginaldo, che potrebbe essere preferito a Sestu o Troianiello. Ballottaggio tra Del Grosso e Rossi, infine, per il ruolo di terzino sinistro. Non è stato convocato Luca Rossettini, padovano doc cresciuto nel vivaio biancoscudato e ceduto nell’estate del 2007 ai toscani con cui ha collezionato 44 presenze in serie A, nonostante un grave infortunio. Nelle ultime gare il centrale difensivo era partito dalla panchina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy