Addio Biancoscudati, il Padova si prepara a tornare alla vecchia denominazione

Addio Biancoscudati, il Padova si prepara a tornare alla vecchia denominazione

Ancora tre giorni, e poi la Biancoscudati Padova non sarà  più una società  dilettantistica. L’appuntamento nello studio del notaio Roberto Doria in corso del Popolo, dove il 24 luglio dell’anno scorso venne ufficialmente costituita, è già  fissato: venerdì la società  sarà  una società  professionistica. Rimane solo da capire se anche il nome Biancoscudati Padova finirà  nell’album dei ricordi: la richiesta inoltrata alle Lega Pro, nella quale i vertici di viale Rocco hanno chiesto la possibilità  di un via libera per il ritorno alla storica denominazione Calcio Padova lasciata libera dalla società  di Diego Penocchio che da un paio di mesi a questa parte ha cambiato nome in Padova Football, non ha ancora portato ad una risposta. «Stiamo ancora aspettando», ammette l’amministratore delegato biancoscudato, Roberto Bonetto. «Evidentemente anche in Lega devono aver fatto il ponte del 2 giugno. Tra mercoledì e giovedì li sentiremo e cercheremo di avere una risposta. Se non ci fosse, davanti al notaio andremo comunque, ci sono alcune operazioni da concludere». Statuto e ragione sociale saranno modificati, anche se dalla Lega Pro non dovesse arrivare una risposta in tempi brevi: «In caso di risposta positiva lo faremo proprio venerdì, altrimenti aspetteremo i primi di luglio quando, contestualmente, dopo la chiusura del bilancio della stagione 2014-2015, dovrebbe essere ufficializzato anche l’ingresso dei tre nuovi soci Salot, Tosetto e Poliero. Nel mentre, oltre a modificare la ragione sociale (da Srl a Spa), approveremo il nuovo atto costitutivo consono ai requisiti della Lega Pro, passando da società  dilettantistica a professionistica».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy