Altinier non cerca scuse: “Dovevamo fare di più per il tecnico, ora è necessario rialzare la testa per iniziare un nuovo campionato”

Altinier non cerca scuse: “Dovevamo fare di più per il tecnico, ora è necessario rialzare la testa per iniziare un nuovo campionato”

Commenta per primo!

È un Padova con il morale sotto i tacchi quello che sta preparando agli ordini di Rino Lavezzini la gara di sabato pomeriggio all’Euganeo contro l’Albinoleffe. I giocatori si sentono responsabili dell’esonero di Carmine Parlato e specialmente tra chi ha vissuto più tempo con il tecnico napoletano frutto di esperienze passate c’è poca voglia di parlare. Non che chi lo ha conosciuto da meno provi sensazioni molto differenti ma da giocatore esperto qual è Cristian Altinier fa capire che la squadra vuole rifarsi al più presto: “Ci sentiamo responsabili, ma dobbiamo rialzare la testa e cercare di toglierci da questa situazione. La settimana è difficile perché l’esonero dell’allenatore è un fallimento di tutta la squadra”. In attesa della nomina del nuovo tecnico che si insedierà nei prossimi giorni alla guida dei biancoscudati la volontà dei giocatori è quella di ricominiciare a far risultato da subito: “Ho sempre visto un gruppo unito e con l’intento di lavorare al meglio insieme a Parlato. Sicuramente dovevamo fare di più alla luce dei risultati. Ora dobbiamo dimostrarlo sul campo e iniziare il campionato che volevamo fare a inizio stagione”. La società sceglierà a breve il nome del prossimo allenatore e intanto in un incontro avvenuto lunedi con la squadra ha voluto tenere a rapporto i giocatori come sottolinea Altinier: “La società ci ha fatto sentire il loro rammarico per la situazione attuale ma allo stesso tempo anche la loro vicinanza. Anche per loro è stato triste esonerare Parlato, ora dobbiamo dimostrare tutti che possiamo fare di più”.   

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy