Amirante crack, il Padova cerca un attaccante

Amirante crack, il Padova cerca un attaccante

Le sensazioni di venerdì scorso, purtroppo, sono state amaramente confermate. Salvatore Amirante dovrà tornare sotto i ferri: intanto per verificare le condizioni del legamento crociato del suo ginocchio destro, ed eventualmente con un altro intervento, nella peggiore delle ipotesi – e sarebbe il quarto, visto che l’attaccante ligure l’aveva già operato ben tre volte prima d’ora.

«Sono a terra, non me lo sarei mai aspettato», le prime parole del bomber biancoscudato dopo la diagnosi. «Tutti pensavamo che il problema che mi ha tenuto ai box dalla fine della scorsa stagione ad oggi fosse soltanto un’infiammazione, invece la situazione è più complicata, e dovremo anzi stabilirne la gravità. Spero di recuperare il prima possibile, ma per ora è prematuro anche solo fare ipotesi». Il giocatore, negli anni passati, non è certo stato fortunato dal punto di vista clinico. Ma che il problema potesse ripresentarsi, ancor più proprio all’inizio della stagione, era un cattivo pensiero col quale nessuno avrebbe mai voluto convivere.

«Savio ha una situazione non bellissima», la spiegazione del direttore sportivo, Fabrizio De Poli. «Il ginocchio è sofferente, dobbiamo capirne qual è la gravità e ciò che succederà da qui in avanti. In questo momento presenta una situazione di rischio per un problema di lassità articolare, si pensa dovuta a un problema del legamento crociato che si è un po’ allungato, anche se non è rotto. Abbiamo deciso di metterci a disposizione nel supportarlo nella ricerca di una diagnosi e di una cura adeguata, se anche dovrà subire un intervento continueremo a tenerlo con noi al Padova».

Amirante, quindi, non verrà lasciato solo e, anzi, rimarrà un giocatore del Padova anche se non potrà dare il proprio contributo. Ciò che cambia, a questo punto, è però sicuramente l’atteggiamento sul mercato della società di viale Rocco, pronta a rimettersi a caccia di una prima punta. «Vogliamo continuare il rapporto con Savio», prosegue De Poli, «ma dobbiamo cautelarci nell’eventualità in cui il suo stop possa anche essere di lunga durata. Lui lo sa: il Padova si sta muovendo alla ricerca di un attaccante, ci stiamo guardando attorno e stiamo valutando alcune situazioni». Stiamo entrando nelle ultime settimane di mercato, e non è detto che il Padova possa trovare il sostituto negli ultimi giorni di agosto, quelli tradizionalmente degli affari last-minute.

Intanto, però, c’è da decidere come muoversi per il posto di terzino sinistro. «Oltre a Ghosheh, attualmente in prova, stiamo valutando un altro paio di giocatori», conclude De Poli. Verso Mantova, invece, è già scattata la prevendita dei tagliandi. Gli abbonamenti, intanto, ieri hanno superato quota mille: 1007 per l’esattezza. (fra.co.)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy