Bentivoglio: “L’arbitro ci ripeteva ‘occhio che vi dò rigore contro’… così è stato”

Bentivoglio: “L’arbitro ci ripeteva ‘occhio che vi dò rigore contro’… così è stato”

Simone Bentivoglio oggi a Bresseo ha svelato alcuni interessanti retroscena sulla partita di ieri. Il direttore di gara Tozzi avrebbe “minacciato” più volte alcuni biancoscudati: “L’arbitro poco prima del rigore assegnato al Modena ha ripetuto a me e Cuffa che ci avrebbe dato rigore contro… Prima di un calcio d’angolo ci ha detto testualmente Occhio che vi dò rigore contro, occhio che ve lo dò! Credo che sia stato perchè volesse compensare dopo le proteste dei giocatori del Modena durante l’intervallo per il presunto fuorigioco di Legati. Il rigore comunque non c’era, eravamo fuori dall’area, c’è stato un piccolo contrasto con Cellini e lui è andato giù. L’arbitro alla fine si è rifiutato di darci la mano? Sì confermo quanto detto dal mister… C’era troppo nervosisimo in campo, doveva essere una partita di calcio invece è diventata una partita di scontri ed insulti”. Bentivoglio, con onestà, ammette comunque che quello di ieri non è stato il miglior Padova stagionale: “Potevamo sfruttare meglio qualche ripartenza, senza dubbio. E’ giusto prendersi le proprie responsabilità, anche se le colpe non sono certo tutte nostre”. Ancora sull’arbitraggio: “Tozzi spesso sconfessava il suo assistente, dispiace perché era una partita importantissima e potevamo essere qua a parlare di una vittoria, e invece parliamo di fatti extracalcistici”. Ora c’è il Brescia, avversario tra i più ostici che si potesse affrontare in questo momento: “Sono molto in forma e non prendono gol da dieci partite, indubbiamente il morale è alto. E poi arriva il Varese, che ci sta alle calcagna. Saranno due partite fondamentali”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy