Dal Canto alla vigilia di Padova-Livorno: “Prendiamo esempio dal Pescara di Zeman”

Dal Canto alla vigilia di Padova-Livorno: “Prendiamo esempio dal Pescara di Zeman”

Commenta per primo!

Ecco le parole di Dal Canto in conferenza stampa oggi a Bresseo, alla vigilia di Padova-Livorno. L’allenatore biancoscudato ribadisce il concetto già espresso sabato dopo la partita: “Al momento non siamo un organico che può gestire certe posizioni alte in classifica, ma ai miei giocatori non sto dicendo nulla di nuovo. Non meritiamo di stare con squadre come il Torino. Noi con la mente però siamo già a domani… A Crotone abbiamo fatto un primo tempo molto opaco. Dobbiamo essere meno feroci nell’applicare quanto proviamo in allenamento. Belli possiamo diventarlo dopo, intanto dobbiamo essere ignoranti, cercando soluzioni con cattiveria e costanza. Io non invento schemi clamorosi, faccio quello che fanno tutti quelli che giocano col tridente offensivo. E può darsi che anch’io non sia stato più “martello” ultimamente… A Crotone siamo mancati soprattutto nella costruzione dal basso, mi piace che la squadra cerchi di giocare uscendo da dietro”. In vista della partita di domani contro il Livorno: “Non so quanti e quali infortunati recuperiamo e se li recuperiamo…. Cacia è tornato da Crotone con una botta, Cutolo ha i crampi, Bovo è reduce da una settimana così così causa febbre. Italiano e Marcolini? Vediamo, ma credo che Michele non lo recupereremo, ha un ematoma gigantesco da smaltire. E Vincenzo ha un dolore, dobbiamo vedere come riusciamo a recuperarlo. Per Cacia e Cutolo non dovrebbero esserci particolari problemi. Contro il Livorno dobbiamo giocare con tranquillità senza aver l’ansia di dover ribaltare una situazione negativa. La loro è una squadra di tutto rispetto, con giovani alle prime esperienze. Cosa mi preoccupa di loro? L’assenza di risultati importanti, vorranno dimostrare di avere i mezzi per poter metterci in difficoltà. Forse il fatto di averne perse tre consecutive in trasferta ci consentirà di avere una reazione d’orgoglio”. Dal Canto poi sottolinea come al Padova manchino le caratteristiche per un campionato da leader: “Per poter ambire alla promozione diretta ci vuole anche gente abituata a stare ad un certo livello… La Reggina è come noi, il Pescara non è più una sorpresa a novembre. Credo che il Pescara sia un modello da imitare al momento, soprattutto per l’atteggiamento dei giocatori di Zeman”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy