Di Roberto a quota 25: il napoletano entra nella storia del Citta

Di Roberto a quota 25: il napoletano entra nella storia del Citta

Commenta per primo!

“La qualità a servizio della squadra”. Frase migliore non c’è per descrivere il giocatore di maggior classe del Cittadella: Nunzio Di Roberto. Il gol su punizione realizzato oggi contro il Trapani, fotocopia di quello fatto a Siena qualche settimana fa, ne è la conferma: una giocata magistrale da mostrare e rimostrare ai bambini delle scuole calcio, e non solo. Oltre che spettacolare, è stata una rete pesante, che ha permesso alla squadra di Foscarini di non uscire sconfitta dal “Tombolato” nonostante l’ottima prestazione. Arrivato a Cittadella nell’estate del 2010 dal Foggia, il giocatore napoletano si è sempre fatto apprezzare da tutto l’ambiente: le buone prestazioni, i gol e gli assist gli hanno permesso di ritagliarsi uno spazio nel cuore dei tifosi granata. Un amore che però è stato messo in discussione più volte negli ultimi mesi: forse i troppi accostamenti ad altre squadre, o la sua ambizione di solcare i campi della seria A, oppure qualche parola di troppo nelle dichiarazioni rilasciate, hanno fatto spazientire coloro che lo vorrebbero vedere sempre con la maglia granata addosso. Ma Di Roberto si è sempre dimostrato un ottimo professionista con la testa sul campo e sul Citta, come confermano le sue ultime partite. Con la doppietta di oggi “Mr. Qualità” è entrato nella storia del club, diventando il miglior marcatore del periodo cadetto del Cittadella con 25 reti all’attivo: 4 nel primo anno, 10 nel secondo, 7 nel terzo e 4, per ora, in questo. Battuto quindi Stefano Ghirardello che, fino a poche ore fa, deteneva il record con 24 reti. Per il napoletano sono tanti gol, che hanno però l’impressione di aumentare da qui a fine anno. E che questo record non sia magari un presupposto per ristabilire l’Idillio tra lui e la piazza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy