Dionisi e Paulinho come Vialli e Mancini, parola di Spinelli

Dionisi e Paulinho come Vialli e Mancini, parola di Spinelli

Qualche giorno fa il presidente del Livorno, Spinelli, disse a proposito dei suoi due gioielli: “Dionisi e Paulinho sono come Vialli e Mancini” facendo intendere che alla coppia italo-brasiliana sarebbe stato consegnato l’attacco dei toscani per la prossima stagione. Poi una nuova dichiarazione, sempre dal patron: “E’ arrivata una società con 8 milioni in mano, li vuole entrambi. Sto cercando di resistere”. Otto milioni è esattamente il buco dell’ultimo bilancio della società amaranto che il presidente Spinelli dice di aver appena colmato, la società misteriosa che si sarebbe presentata con tutto quel denaro è proprio il Padova (anche se le cifre, in realtà, si riferiscono ai due interi cartellini). Spinelli (che ha disperato bisogno di liquidità) sta cercando di non scendere sotto i 4 milioni per la metà di entrambi, il Padova inizialmente ne aveva offerti 3. Sembra che l’accordo sia davvero vicino e che quel milione di differenza si possa presto appianare. Tantopiù che Paulinho, stando a quanto riferisce la stampa livornese, non ha nessuno intenzione di tornare a indossare la maglia amaranto. Entrambi i giocatori sarebbero dunque felicissimi di venire a Padova. Perfetti, tra l’altro, per il 4-3-3: Dionisi è una seconda punta che parte dall’esterno, il brasiliano gioca invece più vicino alla porta e può fare la prima punta (nelle ultime due stagione a Sorrento ha segnato 39 gol…).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy