Doni confessa ma tiene fuori il Padova: “Non ero a conoscenza di accordi tra le due società “

Doni confessa ma tiene fuori il Padova: “Non ero a conoscenza di accordi tra le due società “

Commenta per primo!

Doni ha ammesso le proprio colpe ma ha tenuto fuori la sua società, l’Atalanta, e ha ammesso di non essere a conoscenza di presunti accordi tra Padova e Atalanta nella famosa partita del marzo scorso. Salvatore Pino, legale di Doni ha confermato alla Gazzetta che l’ex capitano dell’Atalanta sta collaborando con i giudici. Doni ha fatto ammissioni su Atalanta-Piacenza, ma ha precisato di aver agito solo a titolo e livello personale, scommettendo su partite dopo aver sentito informazioni, ma ha negato qualsiasi contatto o conoscenza con il gruppo degli “zingari”. Avrebbe fatto alcune ammissioni anche su Ascoli-Atalanta mentre ha precisato di non essere a conoscenza di nessun accordo tra le società per una comnibe sul pari in Padova-Atalanta, come ipotizzato dagli inquirenti. Doni non ha fatto nomi di altri giocatori. L’avvocato ritiene che la posizione del proprio assistito, pur rafforzando l’impianto accusatorio, esca alleggerita dal punto di vista penale. Il legale è convinto che i giudici accuseranno Doni di frode sportiva ma non di associazione per delinquere ed ha già presentato domanda per il ritorno in liberta o in subordine la concessione degli arresti domiciliari. Sempre secondo il legale, ci sono buone possibilità che Doni possa trascorrere il Natale a casa, tutto dipenderà dal parere del pm Di Martino che arriverà domani presumibilmente in mattinata”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy