Empoli-Padova, le pagelle

Empoli-Padova, le pagelle

Perin 6: Dal Canto lancia il baby portiere come vice-Pelizzoli, Mattia risponde con una prova senza sbavature anche se la difesa biancoscudata lo protegge nel migliore dei modi. Non ha colpe particolari in occasione dei due gol dell’Empoli.

Donati 6,5: Acquista sempre più sicurezza, gara dopo gara. Nel primo tempo i toscani gli concedono spazi incredibili e lui ne approfitta, mettendo in area la palla del momentaneo 1-1 (sfruttata al meglio da Portin). Siamo sicuri: non farà rimpiangere Josè Crespo.

Schiavi 6,5: Difensore centrale autorevole e sempre ben piazzato. Coralli non riesce mai a sfondare. Concede qualcosina nella ripresa, quando i giochi però sono già fatti

Portin 6,5: Scelto in extremis per il forfait di Trevisan, il finlandese si rende protagonista di una gara di ottimo livello. Come Schiavi, qualche indecisione nel finale, ma scende in campo con la giusta mentalità trovando anche l’importantissima rete del pareggio.

Renzetti 6: Prestazione senza acuti, dalla sua parte questa volta arrivano meno palloni. Francesco comunque si fa trovare pronto arginando bene Tavano (in occasione del gol dell’empolese non era sua la marcatura) e Valdifiori.

Bovo 6: Solita gara di sostanza, fa a sportellate con un medianaccio duro e puro come Coppola. Si propone anche come assist-man, ma senza troppa fortuna.

(29’st Osuji) s.v.

Italiano 6,5: Regia ancora una volta impeccabile. Preziosissimo anche in fase difensiva, corre come un ragazzino. Nel secondo tempo lascia il posto a Milanetto in ottica turn-over (anche se la smorfia sul suo volto sembra più di disapprovazione che di dolore per qualche crampo…).

(18’st Milanetto) 6,5: Una mezz’ora scarsa con un acuto spettacolare: un’altra bomba dalla distanza che si insacca nel sette. L’idea di alternare come sta facendo Dal Canto due registi del calibro di Omar e Vincenzo si sta rivelando geniale.

Marcolini 6,5: La saggezza fatta centrocampista. Non solo tatticamente ma anche nel comportamento: è sempre lui che smorza le polemiche e tranquilizza i compagni, o, viceversa si fa sentire quando è il momento. Sfiora il gol nel primo tempo con una gran botta dalla distanza.

Cutolo 7,5: Quando punta l’uomo è immarcabile. Ne dà un esempio in occasione del raddoppio, quando salta Regini come un birillo mettendo Cacia a tu per tu con Pelagotti. Entra nel tabellino dei marcatori ma soprattutto è una costante spina nel fianco della difesa toscana.

Cacia 7,5: Gol e assist, attaccante superbo. C’è poco da aggiungere, interpreta in modo perfetto il ruolo di punta centrale nel tridente di Dal Canto: esattamente quello che mancava al Padova l’anno scorso.

(32’st Ruopolo) s.v.

Lazarevic 6: Mezzo voto in meno perchè continua a non avere la freddezza giusta sotto porta, peccato perchè con la sua velocità e capacità di inserirsi negli spazi si troverà spesso davanti al portiere… Se migliora anche a livello realizzativo ha le carte in regola per diventare un fuoriclasse.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy