Favaro: “Sono contento che le mie prestazioni siano servite a mettermi in mostra”

Favaro: “Sono contento che le mie prestazioni siano servite a mettermi in mostra”

Alessandro Favaro, classe 1995, è il primo, giovane, tassello del Padova che affronterà la Lega Pro. Ve lo avevamo anticipato ieri. Al momento l’idea della società è quella di affiancare due giovani portieri che si “contendano” il ruolo titolare, Petkovic e appunto Favaro (anche se potrebbe essere presa in considerazione l’ipotesi di aggiungere un terzo portiere esperto, non Mazzoni mai trattato dalla società). Torniamo a Favaro: a Padova in tanti lo ricordano per le sue parate: nel match d’andata quest’anno a Sacile aveva contribuito notevolmente a causare la prima sconfitta stagionale della squadra di Parlato, e al ritorno era quasi riuscito a ripetersi: l’anno prossimo, dunque, sarà lui a difendere i pali della porta biancoscudata. Le sue prime dichiarazioni, raccolte da Il Mattino: «Mi fa piacere che le due partite di questa stagione abbiano convinto il Padova a puntare sul sottoscritto. Noi eravamo contro la capolista, abbiamo sempre cercato di fare del nostro meglio, e sono contento che le mie prestazioni siano servite a mettermi in mostra». Per Favaro, nativo di San Vito al Tagliamento, cresciuto calcisticamente al Portogruaro prima di approdare all’Udinese, con la quale ha giocato fino in Primavera, quella dell’anno prossimo non sarà la prima esperienza in Lega Pro: «La passata stagione ero alla Virtus Vecomp (Seconda Divisione, ndr), ma praticamente non ho mai giocato molto, visto che ero il secondo portiere e che davanti a me c’era un titolare quasi inamovibile».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy