FINALE Altovicentino-Padova 1-0 (31′ Peluso). Sconfitta immeritata, ma il primo posto è ancora biancoscudato

FINALE Altovicentino-Padova 1-0 (31′ Peluso). Sconfitta immeritata, ma il primo posto è ancora biancoscudato

Segui il match live a partire dalle ore 14.00. E sulla nostra pagina facebook tanti contributi extra.

 

Altovicentino (4-3-3): De Filippo; Kicaj, Gritti, Bertozzini, Dalla Riva; Pignat (51′ Brancato), Dal Dosso, Cortesi (81′ Pozza); Peluso (89′ Yarboye), Gambino, Cozzolino. A disposizione: Pavanello, Perosin, Valeriano, Burato, Marrazzo, Roveretto. Allenatore: Zanin.

Padova (4-3-1-2): Cicioni; Busetto, Niccolini, Sentinelli, Degrassi, Nichele (66′ Amirante), Segato (46′ Petrilli), Mazzocco; Mattin; Cunico, Ferretti (78′ Ilari). A disposizione: Petkovic, Thomassen, Salvadori, Faggin, Pittarello, Aperi. Allenatore: Parlato.

Arbitro: De Remigis di Teramo (assistenti: Vayr-Biava).

Note: Ammoniti Ferretti, Sentinelli, Cortesi e Cozzolino.

 

SECONDO TEMPO

95′ Nulla di fatto e triplice fischio. Il Padova esce immeritatamente sconfitto dallo Stadio dei Fiori (dove intanto scoppia il quarto petardo), complice la sfortuna ma soprattutto la grande prestazione del portiere di casa Di Filippo. Gli uomini di Parlato restano comunque primi in classifica, sebbene ora con soli due punti di vantaggio rispetto all’Altovicentino. Buona la prima dunque per Zanin.

95′ Ventesimo calcio d’angolo in favore del Padova. Sale anche Cicioni.

94′ Cunico prova a sorprendere Di Filippo di testa: nuovamente corner. Portiere avversario senza ombra di dubbio migliore in campo (così come accadde a Sacile con il portiere di casa Favaro).

93′ Padova riversato in avanti alla ricerca del gol del pareggio, ma la difesa di casa è un muro.

90′ Cinque minuti di recupero.

89′ Ultimo cambio della gara: tra i padroni di casa Yarboye sostituisce l’autore del gol Peluso.

87′ Palla centrale, De Filippo manda in corner.

86′ Calcio di punizione in favore del Padova dal limite dell’area. Partirà Cunico.

85′ Amirante conclude da fuori area, purtroppo in maniera innocua.

81′ Secondo cambio effettuato dall’Altovicentino: Pozza prende il posto di Cortesi.

81′ E tre! Nuovo petardo sugli spalti…

80′ Gran girata dal limite dell’area di Cunico: il giovane Di Filippo si rivela però nuovamente insuperabile.

78′ Terzo ed ultimo cambio tra le fila del Padova: fuori ferretti, dentro Ilari.

76′ Giallo per Niccolini, reo, secondo l’arbitro, di aver fermato in maniera irregolare un’offensiva degli uomini di Zanin.

75′ Altovicentino in avanti alla ricerca del raddoppio, la difesa biancoscudata resiste ma non riesce ad imbastire alcuna ripartenza.

70′ Tiro-cross di Dal Dosso direttamente da calcio di punizone: palla di poco alta sopra l’incrocio dei pali.

69′ Un solo dato per far capire quanto il Padova stia cercando di fare risultato: è stato appena battuto il tredicesimo calcio d’angolo in favore di Cunico e compagni. Nulla di fatto però.

68′ Il Padova si sbilancia: Degrassi fondamentale ad interrompere un contropiede dell’Altovicentino.

66′ Secondo cambio biancoscudato: trazione anteriore per il Padova con Amirante che subentra a Nichele. Il nuovo modulo è il 4-2-4.

65′ Ufficiale: la porta dell’Altovicentino è stregata. Altro intervento decisivo del portiere di casa su Ferretti.

61′ Sventola di Mattin dalla distanza: miracolo da parte di Di Filippo che vola e spedisce in corner. Il Padova è vivo.

58′ Mischione di fronte alla linea della porta difesa da Cicioni sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla destra: alla fine è il portiere biancoscudato ad impossessarsi della sfera.

52′ Degrassi scende sulla sinistra, ma il suo traversone in direzione di Ferretti risulta fuori misura.

51′ Primo cambio dell’Altovicentino: Brancato prende il posto di Pignat.

50′ Secondo petardo sugli spalti da parte dei tifosi del Padova. No comment.

49′ Incredibile traversa di Sentinelli sugli sviluppi di un corner! Padova rientrato con il piglio giusto dagli spogliatoi.

47′ Ancora Ferretti alla conclusione dal centro dell’area di rigore: Di Filippo sventa il pericolo.

46′ Ripartiti! Palla all’Altovicentino.

46′ Prima sostituzione tra le fila biancoscudate: Petrilli subentra a Segato. Squadra ora disposta con il 4-3-1-2 con Mazzocco, Nichele e Mattin di fronte alla difesa e Cunico che svaria lungo tutto il fronte offensivo alle spalle di Ferretti e Petrilli.

PRIMO TEMPO

45’+1′ Duplice fischio. Squadre negli spogliatoi sul punteggio di 1-0 in favore dei padroni di casa. Risultato immeritato da parte degli uomini di Parlato, “condannati” da uno svarione difensivo di Degrassi.

45′ Un minuto di recupero.

45′ Doppio calcio d’angolo in favore dell’Altovicentino allo scoccare del 45′: nulla di fatto.

44′ Ferretti prova a pungere dal limite dell’area: palla alta.

38′ Occasione Padova sugli sviluppi del corner con Mazzocco che da posizione propizia spara addosso a Di Filippo la palla del possibile 1-1.

37′ Il Padova cerca la reazione sugli esterni: Busetto conquista un calcio d’angolo.

32′ Il gol subìto è un duro colpo per i biancoscudati, trafitti nel loro migliore momento. Trapela eccessivo nervosismo ora tra gli uomini di Parlato.

31′ Gol dell’Altovicentino. Clamoroso svarione di Degrassi, che “liscia” un pallone assolutamente innocuo permettendo così a Peluso di avventarsi su di esso e di trafiggere Cicioni con un preciso diagonale dalla destra. Peccato veramente.

29′ Primo vero intervento da parte di Di Filippo a spedire in corner una conclusione angolata scoccata dal limite da Ferretti, a sua volta servito da Mattin.

28′ E’ sempre più Padova, ma ancora nessuna nitida palla-gol.

22′ Si alzano i ritmi ed è il Padova a tenere maggiormente in mano il pallino del gioco: Cunico cerca la conclusione, ma la retroguardia di casa ribatte.

15′ Primo quarto d’ora di gioco sostanzialmente di studio da parte delle due squadre, che in ogni caso giocano a viso aperto.

11′ Altovicentino in avanti con Peluso, ma la difesa biacoscudata regge l’urto.

10′ I soliti irresponsabili presenti tra i tifosi del Padova fanno esplodere un potente petardo all’interno della tribuna. Rischio squalifica del campo in vista delle prossime gare interne. RIcordiamo che in questo ambito il Padova era già stato “graziato” una volta.

6′ Buon avvio biancoscudato, ma ancora nessuna occasione da gol.

1′ Partiti! Palla al Padova!

PREPARTITA

Ore 14.28 Squadre in campo: sciarpata dei tifosi del Padova, coreografia con bandierine da parte di quelli dell’Altovicentino.

Ore 14.15 Ci viene comunicato che questa mattina a Valdagno sono stati venduti ulteriori 800 biglietti ai tifosi biancoscudati. Sono dunque 2800 i sostenitori del Padova presenti allo Stadio dei Fiori.

Ore 14.05 4-3-3 invece per l’Altovicentino con Gambino, Peluso e Cozzolino (33 reti complessive per loro in questa stagione) ad agire in avanti.

Ore 14.00 Come da previsioni, Parlato sceglie di schierare i suoi con il 4-3-1-2, ma sarà Mattin ad agire alle spalle del tandem Ferretti-Cunico. E’ stato dunque l’ex giocatore dell’Elfsborg a vincere il ballottaggio con Pittarello per una maglia da titolare a raggiungere il numero minimo degli under in campo alla luce dei problemi fisici di Petkovic, che comunque si accomoda in panchina. Solo tribuna invece per Zubin.

Ore 11.00 Ci siamo, mancano poche ore al fischio d’inizio di Altovicentino-Padova, partita che, senza tanti giri di parole, potrebbe segnare una svolta nella stagione dei biancoscudati. Non può essere una partita normale, per la classifica, per il pubblico, per la rivalità nata quest’anno tra le due compagini e per quello che può significare per il futuro della neonata società biancoscudata. La partita però, alla fine, si giocherà solo sul rettangolo verde, dunque Parlato contro Zanin: in settimana sono state diverse le soluzioni tattiche provate da entrambi. Nel Padova Cunico potrebbe giocare al fianco di Ferretti, con Mazzocco a “ringhiare” su Dal Dosso, il regista dell’Altovicentino. Zubin probabilmente non sarà nemmeno in panchina, ancora out per squalifica Dionisi. Difesa da inventare per Diego Zanin, che esordisce sulla panchina berica senza il portiere Logofatu e i difensori Brandi e Di Girolamo (tutti e tre squalificati). Probabile 4-3-3, dei tre nuovi “big” d’attacco Marrazzo, Cozzolino e Gambino, dovrebbe partire titolare solo quest’ultimo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy