FINALE La Pallavolo Padova conquista l’A1! Partita perfetta a Monza, Vero Volley schiantato 3-0

FINALE La Pallavolo Padova conquista l’A1! Partita perfetta a Monza, Vero Volley schiantato 3-0

Risultato live (0-3 premi F5 per aggiornare)

Monza-Padova, finale 1 set: 21-25

Monza-Padova, finale 2 set: 23-25 (con la vittoria del secondo set Padova è matematicamente promossa in serie A1)

Monza-Padova, finale 3 set: 18-25

Il racconto dei tre set (dal sito della Pallavolo Padova):

1° SET

I bianconeri scendono in campo con Orduna al palleggio, Rosso e Vedovotto in banda, la coppia Volpato-Mattei al centro, Giannotti opposto, Balaso libero.

Inizio intenso, con entrambe le squadre a lottare punto su punto. Il doppio colpo vincente di Botto porta i padroni di casa in vantaggio sul 6-5. Il muro di Rosso su Padura Diaz e l’errore dello stesso opposto cubano, ribaltano il risultato sul provvisorio 7-10 costringendo coach Vacondio al time out. I bianconeri chiudono il time out tecnico sul 10-12 con l’attacco out di Botto, autore finora di una buonissima prestazione. La Tonazzo trova un bel break positivo a muro e Volpato porta il risultato sull’11-17. Sul finale il Vero Volley si fa pungente con Botto, con i brianzoli a sfruttare bene la panchina (19-22). Sul 21-23 dopo l’attacco out di Giannotti, coach Baldovin chiede il suo primo time out discrezionale. A chiudere il set sono il colpo di Giannotti e l’invasione di seconda linea di Botto (21-25).

2° SET

In avvio di secondo set la Tonazzo si porta avanti 4-8, ma è con il recupero di Diaz che Monza si fa di nuovo sotto (7-8). E’ ancora Padura Diaz a trovare il punto che vale il 9 pari e Padova sente il fiato sul collo. Si lotta punto su punto e l’11-12 passa per il servizio sulla rete dell’opposto monzese. La Tonazzo è fallosa sotto rete e questo permette ai padroni di casa di portarsi sul 15-13 con conseguente time out richiesto da coach Baldovin. Con Rosso la Tonazzo con calma arriva sul 18-18 ma il set è aperto ad ogni tipo di risultato. Con Mattei pungente al servizio, Padova trova il punto del 21-23 costringendo coach Vacondio a chiedere time out. Si torna in campo ma la Tonazzo mette in campo il cuore e chiude 23-25. E’ SERIE A1.

3° SET

l terzo set vede Monza scossa per il risultato e va sotto 1-7 con coach Vacondio che chiede nuovamente time out. Al ritorno in campo Botto prende per mano la squadra e recupera fino al 7-12 mentre i tifosi di Padova continuano a fare festa sugli spalti. Coach Vacondio dà spazio a diversi giocatori della panchina, ma a livello psicologico Padova gioca sul velluto (9-15). Il set si chiude 17-25.

Da Il Mattino, la presentazione della sfida:

Se non è un esodo è qualcosa che, almeno per quanto riguarda il mondo della pallavolo, ci assomiglia. Il Vero Volley, società di casa che gestisce la vendita dei biglietti, fa sapere che saranno più di 500 i tifosi ospiti presenti sugli spalti del PalaIper, stasera alle 18, per Monza-Padova, la sfida che vale tutta una stagione. Un record per quanto riguarda la squadra bianconera. Oltre ai tre pullman organizzati saranno tantissime le auto private al seguito di Mattia Rosso e compagni. «È un numero che ci inorgoglisce, perché premia il nostro lavoro» commenta il tecnico Valerio Baldovin, partito ieri pomeriggio con la squasdra alla volta del capoluogo brianzolo subito dopo l’allenamento. «Intendiamoci: la nostra è sempre stata una piazza appassionata, che già da inizio stagione ci ha seguito con attenzione ed entusiasmo. Però fa piacere constatare che, partita dopo partita, il numero dei sostenitori è aumentato, tanto da arrivare a sfiorare più volte le tremila presenza al PalaFabris. Se adesso in tanti siano disposti a farsi due ore e mezza di auto per seguirci vuol dire che credono in noi. Avremo bisogno del loro calore». Che settimana è stata, questa prima del big match? «Abbiamo cercato di rimanere sereni, anche perché ormai da un mese era chiaro che questa sarebbe stata una vera e propria finale». La Tonazzo è in testa con 45 punti, il Vero Volley è attardato di una lunghezza e ha un peggior quoziente set: cambia l’approccio alla gara sapere che potrebbe bastarvi anche una sconfitta al tie break per assicurarvi il primo posto che regala la promozione diretta? «Proprio su questo aspetto ho insistito tutta la settimana: andare in campo pensando che ci bastano due set è il modo migliore per perdere. Lo ripeto: questa è una finale, e noi dobbiamo pensare solo a vincere». Lo spauracchio Padura Diaz, opposto cubano dei padroni di casa, ha recuperato dall’infortunio alla caviglia e sarà in campo. «Che Padura Diaz sia un elemento pericoloso, soprattutto nelle situazioni di contrattacco, è fuori discussione. Ma sarebbe sbagliato pensare solo a lui. Monza è una delle formazioni più forti a muro e nella correlazione tra muro e difesa, ha un elemento come Botto in grado di regalare equilibrio e in regia può contare su un alzatore di talento come Tiberti. Ma anche noi abbiamo mostrato di avere qualità e credo si sia visto anche nell’ultimo confronto diretto, la finale di Coppa Italia che abbiamo vinto a Monza. Quel che è certo è che lo spettacolo non mancherà». I probabili sestetti. Monza: Tiberti-Padura Diaz, Elia-Vigil Gonzalez, Botto-Bonetti, Pieri (libero). Padova: Orduna-Giannotti, Volpato-Mattei, Rosso-Vedovotto, Balaso (lib). Le altre gare: Brolo-Corigliano, Ortona-Potenza Picena, Milano-Cantù, Matera-Castellana Grotte. Riposa: Sora.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy