Foschi a PadovaSport: “Acerbi? Che sensazione vederlo marcare Ibra. Ecco le cifre su Perin. E sulla Juve Stabia…”

Foschi a PadovaSport: “Acerbi? Che sensazione vederlo marcare Ibra. Ecco le cifre su Perin. E sulla Juve Stabia…”

Rino Foschi è intervenuto in esclusiva ai microfoni di PadovaSport, anticipando alcuni temi di mercato che a giugno saranno molto caldi e facendo un’analisi sul prossimo avversario del Padova, la Juve Stabia dei miracoli.

Direttore, ieri ha assistito a Chievo-Milan. A quanto pare su Acerbi ci aveva visto giusto…

Ha fatto molto bene quando è stato chiamato in campo, noi l’abbiamo cercato quando l’allenatore del Chievo non lo voleva schierare. Avevamo stretto i contatti con il procuratore a gennaio se vi ricordate, poi è successo che ha fatto una partita di Coppa Italia a Udine molto bene, poi ha giocato in campionato ed è rimasto titolare. Quello che sta facendo non mi sorprende, ieri ero in tribua vicino all’osservatore di Prandelli e gli ho detto ‘Guai a te se questo non lo metti in lista (per la nazionale, ndr)!’. Il Genoa ci chiedeva 2 milioni e mezzo per la metà, un po’ troppo anche se io li avrei spesi (poi un lungo sospiro…) vederlo ieri marcare Ibra…. Centrali di sinistra così ce ne sono pochi. A giugno cosa succederà? Può darsi che il Genoa se lo tenga, io fossi il direttore sportivo del Genoa me lo terrei stretto.

Al suo fianco al Bentegodi c’era Ariedo Braida, avete parlato anche di Perin?

Adesso vi svelo un retroscena: Perin volevo portarlo a gennaio l’anno scorso, gli stavo sotto da tempo. C’era ancora Calori in panchina e Turci che lavorava con i portieri. Sarebbe venuto a fare il terzo, dietro Agliardi e Cano, poi non se ne fece nulla. Il Milan lo vuole? Attenzione, perchè potrebbero esserci anche altre squadre. Noi lo riscatteremo e il Genoa eserciterà il controriscatto, un milione comunque lo portiamo a casa… Un’operazione simile a quella di El Shaarawy. Per adesso però lasciamolo lavorare, è giovane e può crescere ancora.

Venerdì si va su un campo difficile, qual è il suo giudizio sulla Juve Stabia?

Quello della Juve Stabia è un campo particolare, qualche vantaggio indubbiamente ce l’avranno. Sarà una partita difficile, una delle tante trasferte insidiose del campionato. La squadra nel corso della stagione è cresciuta e ha avuto la fortuna a gennaio di poter inserire nei posti giusti giocatori come Caserta, che in estate nessuno poteva immaginare che potesse approdare alla Juve Stabia. Sau? E’ un giocatore davvero molto molto interessante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy