I tifosi ci scrivono, ritiro in città  nella lunga estate calda

I tifosi ci scrivono, ritiro in città  nella lunga estate calda

scriveteci a info@padovasport.tv

L’angolo delle vostre considerazioni:

Filippo: Citando il titolo del film The Long, Hot Summer, 1958, con un giovane Paul Newman tra i protagonisti mi viene da pensare: ma è possibile che, appunto, in questa lunga estate calda, forse la più calda degli ultimi cinquant’anni, il Padova scelga bene di fare il ritiro in città? E poi suvvia, non prendiamoci in giro, è stata fatta questa scelta per amore verso i tifosi? Quando tutti sanno che i tifosi preferivano di gran lunga venire in montagna, visto che ormai si tratta di un rito che si rinnova ogni estate. Bastava anche collina, bastavano anche le Prealpi… ma in città no, no, nooooo! 

Lele: Caro Stefano, leggo sui vari forum l’indignazione dei tifosi per questa scelta infelicissima del ritiro tra Abano e Bresseo. Allora, praticamente il 99% dei club professionistici scelgono il ritiro precampionato in altura, credo ci sarà un motivo. Ovviamente parliamo anche di altri sport (basket, pallavolo etc…). Come ha scritto bene un tifoso su un altro forum, è ridicolo paragonare Bresseo a Milanello a alla Pinetina. Bresseo è praticamente in pianura a differenza degli altri due e oltretutto le dimensioni del “verde” adiacente sono decisamente ridotte. Milan e Inter possono immergersi e concentrarsi nella sede del loro ritiro, noi oltretutto dobbiamo fare la spola…

Massimo: Cari amici di PadovaSport, è triste che nessuno lo dica, ma questa storia del ritiro in città è stato l’ennessimo errore da principiante di Potti… ora si cerca di spacciare questo clamoroso errore per una scelta voluta dalla società per stare vicino ai tifosi. Non mi risulta che Pea abbia fatto l’anno scorso un ritiro a Modena e dintorni… siamo sicuri sia davvero una scelta tecnica come dice Potti?

Antonio: Dite la verità sul ritiro, basta prendere in giro i tifosi!!!

Ci sono arrivate tantissime mail in questi giorni sulla questione del ritiro. E’ chiaro che la scelta della società lascia un po’ perplessi, soprattutto per le altissime temperature previste per questo mese. Ho notato alcune incongruenze riguardo alle dichiarazioni rilasciate in merito, da Gianni Potti e Fulvio Pea. Il primo ha parlato esplicitamente di scelta tecnica, il secondo invece ha lasciato intendere che lo staff si è in qualche modo adeguato alle scelte societarie. Dove starà la verità? (Ste.Via.)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy