Il “caso” Rossi finisce anche sul Corriere della Sera

Il “caso” Rossi finisce anche sul Corriere della Sera

Dell’ormai famoso comunicato di Ivo Rossi, nel post-partita di Modena-Padova, ne parla oggi anche il Corriere della Sera. Il titolo dell’editoriale a firma Piergiorgio Lucioni è: “A Padova calcio e politica in fuorigioco”. Eccone alcuni stralci: 

“Ancora una sconfitta, un solo punticino in classifica dopo sette giornate, lo spauracchio della retrocessione. E il pallone a Padova diventa questione istituzionale. È il vicesindaco-reggente, Ivo Rossi, dopo la disfatta di domenica per 3-1 contro il Modena, che interviene imponendo un cambio di marcia a difesa di un bene calcistico e di un pezzo di storia cittadina. Tornare a vincere o a «far fare a chi è capace» è l’imperativo tanto sibillino quanto inquietante, se accompagnato dalla tradizionale scarsa pazienza dei tifosi e dalle solite liturgie delle curve organizzate. Quindi contestazioni, scritte fuori dallo stadio contro il presidente Penocchio, gli inviti ad andarsene. Per ora il presidente ha incassato la solidarietà del numero uno della Lega di B, Andrea Abodi, duro nei confronti del vicesindaco Rossi, e una discreta scorta della polizia. Non ha però rinunciato a ributtare la palla nel campo avversario, dove stanno «istituzioni ostili» e dove, invece di un aiuto, dice di aver trovato chi lo vorrebbe scaricare. […] Al vicesindaco Rossi non sfugga che il calcio non è un ente, è tutta la sua gente. Così come al presidente Penocchio giovi ricordare che il biancoscudo è patrimonio di una intera città. Si riparta da qui per evitare quella retrocessione che Padova (tutta) proprio non merita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy