Il Mattino: promossi e bocciati del Padova dopo il ritiro

Il Mattino: promossi e bocciati del Padova dopo il ritiro

Stop al ritiro. Un porto di mare più che una località montana: ad Asiago, nella prima settimana e mezza del percorso agonistico del Biancoscudati Padova, sono transitati 47 giocatori. Tra promossi, bocciati e ancora sotto osservazione, ecco curiosità e aneddoti che hanno accompagnato il cammino della squadra. L’unica certezza, è che il lavoro di selezione sarà ancora lungo. Tra i dodici già sicuri del posto, infatti, solo tre sono under. E in una Serie D che impone da regolamento, per tutta la durata della gara, lo schieramento in campo di un giocatore nato nel 1994, due nel 1995 e uno nel 1996, è evidente che per non trasgredire alle normative federali con un adeguato ricambio in panchina sia necessario reperire almeno altri sei o sette elementi giovani.

Promossi. Matteo Dionisi (Difensore, 29 anni). Un punto fermo di Parlato: sicurezza notevole, anche nel (non suo) ruolo di centrale. Dan Thomassen (D, 33). Tornato per riportare in alto lo Scudo, parte leggermente indietro nelle gerarchie. Un rincalzo di lusso. Davide Sentinelli (D, 35). L’ex pilastro della Lupa Roma punta a vincere ancora la serie D. Le chiavi della difesa nelle sue mani. Davide Mazzocco (Centrocampista, 19). Cresciuto nel Parma, tecnicamente è ancora da scoprire. Mattin Atai Najafi (C, 19). Lo svedese è la scommessa del Padova. Finora ha fatto vedere buone cose. Luca Formigoni (C, 19). Il primo Primavera a conquistarsi il posto. Nicola Segato (C, 29). Chi lo conosce giura che farà vedere cose eccellenti. Marco Cunico (C, 36). Una novità è il ruolo da regista, ma il suo curriculum parla da solo. Simone Minincleri (Attaccante, 25). Se vedrà la porta con questa continuità, ne vedremo delle belle. Salam Denè (A, 21). Un infortunio lo ha messo ko, e ne avrà per una decina di giorni. Ma può essere l’arma in più. Marco Ilari (A, 25). Una piacevole sorpresa. Un bell’esterno che tornerà utile. Gustavo Ferretti (A, 84). Cinquantadue gol nelle ultime due stagioni, il “Rulo” punta alla conferma definitiva.

Rimandati. Lazar Petkovic (Portiere, 19). Il più convincente tra i pali, il serbo è ad oggi il primo candidato a difendere la porta. Marco Vanzato (P, 18). L’ex Primavera si è messo in mostra, Zancopè lo conosce bene. Fabio Busetto (D, 18). Altro ex Primavera. Potrebbe diventare il titolare sull’out di destra. Genny Russo (D, 19). Vale lo stesso discorso di Busetto, il terzino sinistro scuola Napoli ha colpito Parlato con le sue qualità. Roberto Bonaventura (C, 19). Giunto da pochi giorni. Stefan Koval (18). Dell’ucraino si sa pochissimo, se non che è ancora in lotta per un posto. Matteo Bedin (C, 25). L’ex San Paolo finora è stato molto convincente. Nicola Petrilli (C, 28). Vicino alla firma, esperienza in mezzo al campo.

Bocciati. Endrew Maria Fanini (P, 19). Arrivato con un giorno di ritardo in ritiro (colpa di un maxi-incidente sul tragitto – oltre 400 chilometri – tra casa e aeroporto in Brasile), poi sempre in disparte con la borsa del ghiaccio sul ginocchio. Il fratello Edwin, otto anni fa, era durato un mese in più.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy