Il Padova in dieci stende il Modena. Cacia e Italiano fanno volare i biancoscudati

Il Padova in dieci stende il Modena. Cacia e Italiano fanno volare i biancoscudati

Commenta per primo!

PADOVA  2

MODENA  0

PADOVA: Pelizzoli, Donati, Schiavi, Legati, Renzetti, Bovo, Italiano, Marcolini (28’st Cuffa), Cutolo (16’st Lazarevic), Cacia, Drame (39’pt Trevisan)

A disp.: Perin, Osuji, Ruopolo, Milanetto,

All.: Dal Canto

MODENA: Caglioni, Turati, Perna, Diagouraga, Rullo, Giampà, Dalla Bona, Ciaramitaro (32’pt Carraro), De Vitis (10’st Bassoli), Fabinho (28’st Gilioli), Bernacci

A disp.: Guardalben, Stanco, Milani, Spezzani

All.: Bergodi

Arbitro: Merchiori di Ferrara

Ammoniti: Drame, Donati, De Vitis, Perna, Cacia, Diagouraga

Espulsi: Legati per somma di ammonizioni

il ds Foschi dalla panchina

Reti: 29’st Cacia. 35’st Italiano

PREPARTITA:

ore 14.30: Le squadre sono in campo per il riscaldamento

ore 14.45: Le squadre prendono la strada degli spogliatoi. Tra un quarto d’ora inizierà la partita

ore 14.55: Osuji si incammina verso la panchina applaudendo i tifosi che ricambiano con affetto. L’ex Varese ancora una volta non partirà titolare. A ruota applauditi anche gli altri componenti della panchina.

PADOVA-MODENA:

Un minuto di raccoglimento per le vittime italiane in Afghanistan.

Partiti!

Al 6′ occasionissima per il Padova con Cutolo che scatta in avanti beffando la difesa modenese. Non è fuorigioco e l’attaccante si invola verso la porta ma anzichè appoggiare per Cacia esita e il suo tiro viene deviato. Al 10′ arriva un giallo per simulazione a Drame. Diffidato, salterà la prossima trasferta ad Empoli.

La partita prosegue senza grandi emozioni ma con tante interruzioni di gioco. Le due formazioni sono scese in campo piuttosto tranquille. Al 22′ ghiotta chance sui piedi di Drame che sfrutta un pallone perso dal Modena ma al momento del tiro è troppo egoista e anzjochè aprire sulla destra per Cutolo lascia partire un tiro sbilenco che termina debolmente fuori. Al 32′ il Modena sostituisce Ciaramitaro per infortunio. Al suo posto il padovano di nascita Federico Carraro.

Primo tempo alquanto noioso.

Se già la prima ammonizione a Legati è parsa un pizzico esagerata (per proteste), la seconda giunta al 36′ pare alquanto ingiustificata: fallo a centrocampo sanzionabile al massimo con un calcio di punizione. Il difensore è costretto a prendere la via degli spogliatoi, afflitto e a testa bassa. Quanto mai discutibile la decisione di Merchiori. Dal Canto è costretto quindi al primo cambio: fuori Drame (autore per altro diuna prestazione opaca) e dentro Trevisan. Intanto il Presidente Cestaro prende come al solito in mano il microfono e dagli altoparlanti dell’Euganeo fa risuonare il suo urlo “Forsa ragassi, forsa Padova!”

L’arbitro dal cartellino facile fa infuriare tutti all’ennesimo giallo all’indirizzo di un giocatore del Padova. Arbitraggio davvero a senso uinico! Stavolta a finire sul taccuino dei cattivi è Donati, per un fallo tutt’altro che cattivo. Si infervora Foschi, accalmato a gran voce dai tifosi e poi espulso tra gli applausi del pubblico. Anche gli ultras in Tribuna Fattori inneggiano al ds “Rino Foschi uno di noi!”.

Un minuto dopo azione in offside del Modena con caduta in area. L’arbitro indica il dischetto ma i guardalinee gli segnalano il fuorigioco. Lo stadio esplode di fischi contro Merchiori. E più di qualcuno lamenta la designazione di certi arbitri per partite di serie B. Nella bolgia di fischi e urla arriva finalmente anche un giallo per il Modena, reo De Vitis. 

Il Padova pur in 10 domina la scena. I baincoscudati vanno vicini anche al gol nei minuti di recupero bombardando la porta canarina, ma Caglioni è sempre sulla traiettoria.

Il caos generato dalle decisioni arbitrali ha acceso la partita in campo e sugli spalti!

Nella ripresa il clima non si distende e il pubblico continua a rivolgere fischi al direttore di gara.

In campo la superiorità numerica del Modena non emerge e il Padova continua a fare il gioco. Al 16′ altro cambio per i biancoscudati: esce Cutolo, entra Lazarevic.

Il Padova prova le verticalizzazioni per sorprendere l’undici di Bergodi ma entrambe le squadre cercano di non scoprirsi troppo per non farsi male.

Al 27′ ottima palla di un Marcolini claudicante per Cacia che però si allunga troppo la palla. Subito dopo il savonese viene sostituito con Cuffa. Sostituzione anche tra le fila del Modena con Gilioli che rileva Fabinho.

Al 29′ arriva il gol del Padova con Cacia! Il numero 10 sfrutta a dovere una palla d’oro di Italiano e buca la rete! 1-0 Padova!

Subito dopo ci prova Lazarevic, a cui manca ancora il gol e che lo meriterebbe davvero tanto! Al 34′ fallo in area su Cuffa, punizione di seconda per il Padova. Dal limite dell’area Italiano appoggia per Lazarevic che gliela restituisce. Il capitano batte a rete per il 2-0!!

Esplode il tifo biancoscudato!!

 

Un Padova spettacolare che in dieci per tutto il secondo tempo reagisce con gran carattere e va a vincere una partita non facile. Ottima prova di Schiavi e Renzetti in difesa. E stupefacente dimostrazione dello spirito di questa squadra, cosrtuita per vincere. I biancoscudati si tengono stretta la vetta della classifica, con Torino e Brescia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy