Intreccio calcio-politica come nel 2004, Bitonci e Cestaro spingono la nuova cordata. E Penocchio…

Intreccio calcio-politica come nel 2004, Bitonci e Cestaro spingono la nuova cordata. E Penocchio…

Un intreccio calcio-politica che ricorda il 2004 (ve ne abbiamo parlato ieri, qui l’articolo). Dieci anni dopo il canovaccio è lo stesso, e tra gli attori principali c’è sempre lui: Marcello Cestaro. Il Cavaliere ha accolto con entusiasmo l’insediamento a Palazzo Moroni di Massimo Bitonci: il nuovo ospedale, accanto allo stadio Euganeo non si farà. L’ormai ex senatore lo ha detto e ribadito a chiare lettere durante la campagna elettorale. Cestaro dunque non sarà costretto a “svendere” i propri lotti di terreno e, anzi, potrebbe tornare d’attualità l’idea del centro commerciale. Durante l’incontro tra Bitonci-Cestaro si è parlato di questo e del futuro del Calcio Padova (due argomenti strettamente correlati) perchè, come noto, esiste una cordata (una sola, non due) pronta a subentrare a Diego Penocchio. Tra i promotori di questa cordata spicca il nome dell’immobiliarista Guerrino Polito, il quale avrebbe al suo fianco altri quattro imprenditori, tutti in contatto con il Cavaliere. Il nuovo sindaco di Padova, spalleggiato da Maurizio Saia, ha tutta l’intenzione di spianare la strada a Polito & C., i quali avrebbero già preso contatti con i legali di Penocchio. Non sarà una trattativa lunga: entro la fine di questa settimana si deciderà. E Penocchio? E’ disponibile a cedere, troppe e forse insostenibili le “resistenze” sulla sua strada. Un’idea (quella della cessione) maturata soltanto in questi ultimi giorni, subito dopo il verdetto della retrocessione infatti lo stato d’animo era ben diverso: Penocchio era pronto a ripartire, con facce nuove e la volontà di tornare subito in serie B (anche se con ulteriori inevitabili tagli al budget). Il vento però è cambiato e l’imprenditore bresciano sembra averne preso atto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy