Italiano a Bresseo: “Sono sempre pronto. Non sottovalutiamo il Piacenza”

Italiano a Bresseo: “Sono sempre pronto. Non sottovalutiamo il Piacenza”

Commenta per primo!

ore 11.40: da una decina di minuti Vantaggiato è a colloquio con mister Calori

ore 11.55: Italiano, con un discreto ritardo arriva al box interviste insieme a Gianni Potti e subito parla della discussione di ieri con Foschi “Mi piace gesticolare, non stavamo litigando!”

ore 11.57: “Altra partita persa nei minuti finali, dobbiamo tenere gli occhi aperti fino alla fine. Siamo a tre punti dai playoff e se giochiamo come contro la Triestina possiamo farcela, se giochiamo come ieri non possiamo che pensare alla salvezza.”

ore 11.59: “L’Albinoleffe è una squadra ostica che ti fa giocare male, in più in uno stadio senza pubblico che ti fa sembrare di essere all’amichevole del giovedì. Ieri abbiamo avuto una sola grossa occasione con Vantaggiato”

ore 12.01: “Non ci stavamo accontentando del pareggio, ci tengo a sottolinearlo. Abbiamo giocato con un modulo nuovo e non riuscivamo ad accompagnare l’azione, soprattutto in avanti”

ore 12.02: “Se mi piacerebbe giocare di più? Certo è ovvio, credo sia normale che io voglia essere chiamato in causa più spesso. Come anche gli altri miei compagni che giocano poco. Abbiamo voglia di dimostrare il nostro valore.”

ore 12.04: “Alla cena di Natale abbiamo parlato di playoff, ma si parlava di regalo. Teniamo bene presente che la salvezza viene prima.”

ore 12.06: “Venerdì c’è il Piacenza, in casa abbiamo un altro spirito, ma non dobbiamo sottovalutare la squadra di Madonna. Hanno anche loro un “Succi” che si chiama Cacìa e che sta facendo grandi cose”

ore 12.09: Calori se ne va da Bresseo insieme a Foschi e Sottovia

ore 12.11: “Se ieri mi aspettavo di giocare? Parlate col mister delle scelte tattiche, io sono un professionista e cerco di essere sempre pronto.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy