L’espulsione di Legati decide la partita. Sau si scatena nella ripresa, Padova al tappeto

L’espulsione di Legati decide la partita. Sau si scatena nella ripresa, Padova al tappeto

JUVE STABIA    2

PADOVA             0

JUVE STABIA (4-4-2): Seculin, Baldanzeddu, Molinari, Maury, Dicuonzo; Erpen (20’st Caserta), Mezavilla, Scozzarella (32’st Raimondi), Zito; Sau, Mbakogu (19’st Danilevicius).

A disp.: Colombi, , Falcinelli, Cappelletti, Di Tacchio, .

All.: Braglia

PADOVA (4-4-2): Perin; Donati, Legati, Trevisan, Renzetti; Lazarevic, Bovo (43’st Marcolini), Bentivoglio, Franco; Cutolo (36’st Cacia), Ruopolo.

A disp.: Pelizzoli, Portin, Italiano, Jidayi, Succi.

All.: Dal Canto.

Arbitro: Palazzino di Ciampino

Ammoniti: Donati, Caserta

Espulsi: Legati per doppia ammonizione

Reti: 35’st Sau (R), 49’st Sau

 

Sotto una pioggia scrosciante (il terreno è sintetico, non dovrebbero esserci problemi in campo) inizia il match.

Principio di gara con fase di studio tra le due formazioni.

Al 7′ punizione per il Padova che si conclude con un nulla di fatto. Avvio coraggioso e di personalità dei biancoscudati. AL 10′ rispondono le vespe, Bovo involontariamente di petto favorisce il rimpallo per Zito che calcia male a pochi passi da Perin. Al 13′ il baby portiere biancoscudato alza sopra la traversa l’insidioso tiro di Sau. Velocissimo contropiede del Padova con Cutolo, fermato però da un difensore gialloblu. Al 19′ punizione invitante per il Padova dal limite dell’area ma il tiro di collo piede di Cutolo finisce sulla barriera.  Al 29′ ci prova Cutolo dal limite, la ribattuta favorisce Lazarevic ma Seculin arriva sulla traiettoria. Due giri di lancetta e ancora Cutolo si rende pericoloso guadagnando un corner. Juve Stabia arrembante negli ultimi dieci minuti del primo tempo, ma l’arbitro manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0-0.

Secondo tempo più blando senza azioni di rilievo nei minuti iniziali. Al 13′ brivido per il Padova: Sau calcia un preciso diagonale ma un super Perin gli nega il gol respingendo di piede. Al 17′ Cutolo, in mezzo a tre avversari, dal limite dell’area, calcia a rete ma Seculin c’è. Ottavo corner per il Padova. Al 23′ Caserta dal limite spaventa il Padova ma l’azione termina in calcio d’angolo. Ritmo notevolmente calato in questo secondo tempo. Al 25′ Lazarevic propizia Franco in area ma il pugliese viene ostacolato da due avversari. Al 28′ lazione fin qui più clamorosa del secondo tempo: ottima giocata di Cutolo, che appoggia centrale per Ruopolo, ma il tiro di Ciccio è deviato da Seculin. Al 33′ la svolta negativa della partita: espulso Legati per un fallo da rigore su Sau. Lo stesso attaccante delle vespe si incarica del tiro dal dischetto e non fallisce. 20° gol in campionato per lui. Dal Canto, che ancora non aveva effettuato cambi, richiama in panchina il migliore in campo Cutolo per inserire Cacia. Al 39′ Danilevicius appoggia in rete ma l’arbitro ravvisa un netto fallo di mano. AL 41′ occasionissima per Ruopolo ma il suo tiro termina alto sopra la traversa.

Al 42′ altra gran parata decisiva di Perin. Al 49′ Sau raddoppia: a 5 secondi dal triplice fischio il bomber gialloblu fa fuori Renzetti e batte Perin.

Padova sprecone incapace di capitalizzare al meglio le chances avute. Finisce 2-0 al Menti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy