LA VOLATA SALVEZZA, SQUADRA PER SQUADRA

LA VOLATA SALVEZZA, SQUADRA PER SQUADRA

Intanto Triestina-Reggina, stasera, anticipo della 39a, uno scontro diretto in piena regola in zona-salvezza. E poi domani tutte le altre coinvolte nella serrata lotta per restare in B. Questa la situazione alla vigilia della volata:

ALBINOLEFFE (49 punti). La squadra di Mondonico è ad un passo dal traguardo, che può tagliare già domani approfittando della partita in casa proprio contro la Salernitana: con i 3 punti, che appaiono scontati, i bergamaschi arriveranno a quota 52, dunque al riparo con tre turni di anticipo.

PIACENZA (48). È la formazione dal miglior rendimento: nelle ultime 11 partite ne ha persa una sola. Ha in casa il match-ball con la Triestina e nel turno successivo, il penultimo, una trasferta non certo impossibile sul campo del Gallipoli. Insomma, quota 51-52 è tranquillamente alla portata, pur considerando che nelle altre due gare dovrà vedersela con Grosseto e Cesena in corsa per i playoff.

REGGINA (47). Il calendario aiuta la squadra del presidente Lillo Foti: giocherà infatti le ultime due gare interne contro Gallipoli e Albinoleffe, la prima con più di un piede in Prima Divisione, l’altra più che tranquilla. Dunque solo con i 6 punti, possibili se non probabili, in quelle due gare, la Reggina arriverà a quota 53.

VICENZA (46). Un trittico da brividi aspetta la formazione di Maran: Empoli, Torino e Lecce di fila. Il Vicenza può respirare soltanto all’ultima, con la Salernitana. Ma a quel punto potrebbe essere già tardi…

MANTOVA (44). Molto dipenderà dall’incontro di domani in casa con il Modena: se non vince (e potrebbe riuscirci, visto che gli emiliani, già a 50, sono tranquilli) si complica di molto la vita, perché poi avrà Crotone e Torino da affrontare e lì sarà dura. Ma durissima sarà superare le difficoltà del club, sull’orlo del crac dopo la messa in mora chiesta da quattro giocatori e le pessime notizie sulla condizione delle aziende di patron Lori.

FROSINONE (43). Con Cittadella e Grosseto che vogliono i playoff, nelle prossime due gare, non ha un bel calendario e oltretutto sembra la squadra più in crisi, con la Triestina. E proprio lo scontro diretto in casa con i giuliani all’ultima giornata potrebbe decidere tutto, ma potrebbe anche essere un anticipo dei playout.

TRIESTINA (43). Nel punteggio e nella difficile situazione di classifica va a braccetto con il Frosinone, cui dovrà far visita all’ultimo turno e non sarà semplice giocarsi la salvezza nel catino del Matusa, tutt’altro. Ecco perché deve provare a battere a tutti i costi la Reggina stasera, altrimenti la strada si fa tutta in salita.

PADOVA (42). Domani a Cesena e nel turno conclusivo in casa con il Brescia: il calendario gli mette di fronte due formazioni che puntano alla serie A diretta. La squadra di patron Cestaro si gioca tutto nelle altre due partite, abbordabili, contro Ascoli e Albinoleffe: ma anche 6 punti potrebbero non bastare per evitare i playout. E in più la situazione non è da nervi distesi: in settimana si è sfiorata la rissa in allenamento tra Italiano, Cesar e Gasparetto.

GALLIPOLI (40). La società non esiste, i soldi non ci sono da tempo, la situazione è compromessa: con Crotone e Reggina da affrontare nelle prossime due partite, la corsa in B dei coraggiosi salentini sembra destinata a fermarsi a due giri di lancette dal termine del campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy