LIVE Ceduto il 49% a Penocchio? L’imprenditore bresciano ancora non conferma: “Non posso dire niente”

LIVE Ceduto il 49% a Penocchio? L’imprenditore bresciano ancora non conferma: “Non posso dire niente”

19.48: Tutto come da noi previsto, Cestaro rimane con la maggioranza e dovrà versare ancora soldi nei prossimi due anni. Si attende l’ufficialità dell’operazione. Da capire ancora le intenzioni di Penocchio: sarà costruita una squadra ambiziosa? Si punterà alla serie A?

19.45: Ulteriori dettagli sulla vendita del 49% a Penocchio: Unicomm, come previsto, verserà 10 milioni in due anni sotto forma di sponsorizzazione della maglia. Soldi che verranno utilizzati per la campagna acquisti.

18.35: A questo link l’intervista a Stefano Antonelli.

18.20: A breve un’intervista esclusiva a Stefano Antonelli, ds del Siena, tra i possibili uomini mercato a cui ha pensato Diego Penocchio per il Padova, qualora dovesse entrare ufficialmente nella Spa biancoscudata.

17.55: Secondo il direttore di TMW Michele Criscitiello, Penocchio di recente sarebbe stato vicino anche al Novara.

17.50: Voci su Luca Faccioli (attualmente al Novara) come possibile dg. Ma è difficile che possa lasciare il suo attuale club.

17.05: Nessuna firma ancora, lo ribadiamo. Tutto dovrebbe essere rimandato a stasera, a Milano (dove è atteso questa volta anche Marcello Cestaro). Ci vuole ancora tempo per superare gli ultimi ostacoli (si parla di una certa frammentazione all’interno della società biancoscudata). Questo il motivo per cui Penocchio ancora non si vuole sbilanciare.

14.50: Queste le motivazioni addotte da Penocchio a seguito delle dimissioni da vicepresidente del Parma, lo scorso 20 marzo: “Per impegni di lavoro che mi portano spesso lontano dall’Italia, anche per lunghi periodi, non ho più la possibilità di ricoprire e interpretare il ruolo di vice presidente del Parma come vorrei”. Se dovesse entrare nel Padova, sarà dunque presente e vicino alla squadra o subordinerà il ruolo nel Calcio Padova (importante, se è vero che acquisirà il 49%) agli impegni lavorativi? Non è escluso che Penocchio possa affidarsi a un dg dai pieni poteri (stile Leonardi al Parma).

13.43: Si attende la firma e dunque l’ufficialità dell’ingresso in società del nuovo socio: sembra ormai tutto fatto per la cessione del 49% a Diego Penocchio, che ancora però non conferma.

13.30: Gian Aldo De Pieri, già socio Calcio Padova, commenta così le voci di un’imminente cessione ai bresciani: “Credo che tutti i soci compresa Barbara Carron che è quella con più quote se ne andranno. Cestaro? Piano piano uscirà, ma è difficile dirlo. È difficile entrare nella sua testa, uno come lui sarebbe capace di cambiare idea e riprendersi il Padova o lasciarlo ai figli”.

12.05: Contattato telefonicamente dalla nostra redazione Diego Penocchio rimane abbottonato: “Non posso dire niente mi dispiace”. Ancora nessuna conferma ufficiale sul buon esito della cessione del 49% all’imprenditore bresciano.

12.00: Così parlava Penocchio poco tempo fa, dopo la separazione dal Parma: “Conserverò ricordi bellissimi di questa esperienza straordinaria che ho potuto condividere con il Presidente Tommaso Ghirardi a cui va il mio ringraziamento. Città e società mi sono rimasti nel cuore e non mancherò di essere al Tardini per tifare Parma tutte le volte che ne avrò la possibilità”.

11.50: Diego Penocchio con il 49%, Marcello Cestaro con il 51%. Due soli soci dunque dovrebbero rimanere nella Spa biancoscudata. 

11.38: Barbara Carron su facebook scrive “Padova sempre nel mio cuore”. E’ un addio?

11.11: Quella con Diego Penocchio è stata una trattativa portata avanti in gran segreto (va dato atto alle parti di essere riuscite a mantenere il basso profilo fino alla fine) da Luca Baraldi.

11.09: Si aspettano conferme ma a questo punto la situazione dovrebbe essere la seguente: Unicomm (e Cestaro) ancora con la maggioranza (51%), Diego Penocchio della Ormis di Castegnato con il 49%.

11.00: da il sito de Il Mattino: Raggiunto nella notte l’accordo per la vendita del Calcio Padova a una cordata bresciana capeggiata da Diego Penocchio, industriale di Brescia ed ex vice presidente del Calcio Parma, carica che ha lasciato il 20 marzo scorso.

10.49: Confermate le nostre anticipazioni anche da Il Mattino, leggi qui.

10.15: Emergono ulteriori dettagli sulla riunione di ieri a Milano (alla quale, ripetiamo, non ha preso parte Marcello Cestaro): non è stato trovato l’accordo per la cessione del 70 0 100% alla cordata lombarda. Ma Il Cavaliere è praticamente costretto a liberarsi di una parte delle quote. Si tratta per la cessione del 40 o poco più, in questo caso ci sono spiragli per la fumata bianca. Cestaro rimarrebbe comunque presidente e con la maggioranza.

Ven. 9.30: Si continua a trattare almeno per la cessione di una parte delle quote (ormai impossibile pensare a un Cestaro senza la maggioranza). Bocche serrate, così Baraldi: “Non posso davvero parlare, io non posso dire niente” ci dice il manager, in prima linea in questa estenuante trattativa. Anche oggi nuovi contatti tra le parti.

20.02: Vi confermiamo quanto scritto alle 16.30: la cordata lombarda ha chiesto a Cestaro di partecipare alla campagna acquisti (10 milioni in due anni) o ripianare tutte le perdite e lasciare completamente il Padova. Onestamente ci sembra improbabile che si riesca ad arrivare a un accordo, ma ancora non è detta l’ultima parola. 

19.23: Paolo Cestaro ai nostri microfoni preferisce non commentare: “E’ da tre giorni che sto seguendo l’apertura del nuovo centro commerciale a Bassano, non sono informato sul Calcio Padova. Mio papà a Milano per cedere? Non mi risulta, ma non so niente davvero, non sto seguendo”.

19.00: In corso incontro a Milano tra gli uomini Unicomm e i due imprenditori lombardi, si cerca una soluzione. Le voci di una presunta accelerata verso la cessione nella trattativa con i lombardi sarebbero da ricondurre alle pressioni familiari avvenute nell’ultimo summit, una sorta di aut-aut con il Cavaliere messo alle strette da fratello e figli. Abbiamo contattato a questo proposito Paolo Cestaro, fratello maggiore di Lorenzo. 

17.23: Secondo altre fonti la cessione del Padova sarebbe vicina, secondo quanto risulta invece a PadovaSport, pur essendoci da parte di Cestaro la volontà di allentare la presa sul Calcio Padova (leggasi disimpegno e graduale uscita), l’accordo è molto difficile da raggiugere. Una cosa comunque è certa: Cestaro non è a Milano e non ci sarà oggi alcuna firma dal notaio.

16.45: La segreteria del presidente Cestaro ci conferma: “Rispondo io alle chiamate al cellulare del presidente, perché in questo momento è qui in azienda all’Unicomm, impegnato in riunione”.

16.30: Marcello Cestaro è a Dueville nel quartier generale dell’Unicomm e ci resterà per tutta la giornata. Luca Baraldi e Walter Pulcini saranno a Milano nel tardo pomeriggio per un ulteriore incontro con il misterioso imprenditore lombardo (affiancato da un altro industriale, sembra bresciano). I due dirigenti terranno informato il Cavaliere, che ribadiamo, non si sposterà oggi da Dueville. I margini per il buon esito della trattativa sono risicatissimi, la situazione non è cambiata dall’ultimo aggiornamento. I due imprenditori lombardi che vorrebbero rilevare il pacchetto di maggioranza, avrebbero chiesto a Cestaro dieci milioni di euro in due anni (in forma di sponsorizzazione?) per poter far fronte alla campagna acquisti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy