Mori-Padova, le pagelle: grande prestazione complessiva, l’attacco fa faville ed i nuovi acquisti continuano a stupire

Mori-Padova, le pagelle: grande prestazione complessiva, l’attacco fa faville ed i nuovi acquisti continuano a stupire

Commenta per primo!

Lanzotti 6: Non ci allontaneremmo molto dalla realtà  se scrivessimo che le uniche volte che il portiere scuola Modena ha toccato il pallone è stato per raccoglierlo dalla propria rete. Pressoché incolpevole in occasione dei due gol subìti, per il resto si gode la partita senza aver pagato il biglietto.

Bortot 6,5: Il baby biancoscudato prosegue sulla retta via: poco impegnato in fase di contenimento, offre buona spinta sulla propria corsia di competenza. Peccato sia a Padova solamente in prestito.

Niccolini 6: Prestazione tranquilla e lineare da parte sua. Di certo, quelli odierni non erano gli avversari più temibili da contenere.

Sentinelli 6,5: Vedi Niccolini, con in più il merito assolutamente non da poco di aver sbloccato la gara con la specialità  della casa: il colpo di testa. Un peccato abbia però causato la punizione dalla quale è nato il primo gol del Mori. Ma è una leggerezza perdonabile.

Salvadori 6,5: Terza prestazione sopra la sufficienza per l’ex terzino dell’Union Ripa. Spinge, costruisce e, quando (raramente) occorre, contiene. Bel giocatore, l’impressione è che abbia scalato le gerarchie di mister Parlato. Tra due settimane vedremo se sarà  così.

Mazzocco 6: Più in ombra rispetto al proprio omologo Nichele, fa il suo senza infamia e senza lode in mezzo al campo. Cerca anche di pungere in fase di finalizzazione, ma pecca di imprecisione.

Nichele 7: Qualità  e quantità : macina i chilometri toccando un impressionante numero di palloni senza perderne neppure uno e cercando sempre la profondità . Va anche vicino al gol.

Dionisi 6: Muscoli e grinta al servizio delle consuete scorribande sulla fascia volte a sfornare interessanti traversoni in direzione degli avanti biancoscudati.

(dal 56′ Ilari) 6,5: Ecco il giocatore che avevamo conosciuto in avvio di campionato! Certo, l’avversario non sarà  stato dei più temibili. Certo, sarà  entrato in campo a vittoria ormai acquisita, ma il suo impatto sulla gara non può lasciare indifferenti, anche alla luce degli assist da lui confezionati che permettono a Zubin e Aperi di siglare le rispettive reti.

Cunico 6: Oggi a fare la differenza sono stati altri. Paradossalmente fuori dal gioco, lui che è chiamato a crearlo, ha quantomeno il merito di battere il calcio d’angolo da cui nasce il gol di Sentinelli. Una volta sostituito, la squadra appare più incisiva. La sosta capita a fagiolo per ricaricare le pile.

(dal 64′ Amirante) 7: Due gol (di pregevole fattura il secondo) per dare una marcia in più all’attacco biancoscudato nella ripresa e confermarsi acquisto di livello. Il tutto in nemmeno mezz’ora di gioco.

Petrilli 7,5: E’ lui l’uomo in più del Padova: fa ammattire in continuazione i difensori avversari, crea tre grosse occasioni da rete nel corso del primo tempo e sigla l’importantissimo gol del raddoppio in avvio di ripresa. Cala con il passare dei minuti, ma prima di lasciare il campo mette lo zampino anche nell’azione del secondo gol di Amirante.

(dal 77′ Aperi) 6,5: Entra con tanta voglia di fare bene e appunta il suo nome nella lista dei marcatori di giornata.

Zubin 7: Un gol, due assist e un gran movimento lungo tutto il fronte offensivo alla faccia di ciò che recita l’anagrafe. L’esperienza al potere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy