Nuovi soci, gli aggiornamenti. Cestaro e il nodo-Ospedale: ecco perchè il Cavaliere ancora non mollerà 

Nuovi soci, gli aggiornamenti. Cestaro e il nodo-Ospedale: ecco perchè il Cavaliere ancora non mollerà 

Sono giorni di intense trattative in Viale Nereo Rocco. Il Padova è a tutti gli effetti in vendita, o meglio, è in vendita una parte delle quote attualmente nelle mani della famiglia Cestaro. In piedi (almeno) tre possibili ingressi in società, come vi avevamo spiegato la settimana scorsa. Ecco gli ultimi aggiornamenti:

Interbrau. Trattativa ancora in fase embrionale, l’impressione è che Cestaro non voglia cedere al momento più del 25-30%. Tra i due fratelli Vecchiato, titolari dell’azienda di Villafranca, il più anziano sembra meno convinto in questo momento dell’opportunità di entrare nel Calcio Padova.

Imprenditori del settore. C’è un’altra trattativa molto importante, portata avanti da un industriale trevigiano. Si tratta di un imprenditore attivo nello stesso settore in cui opera Cestaro, un fornitore da anni in affari con il Cavaliere, si dice. Su questa trattativa vige ancora il massimo riserbo.

Cestaro e l’ospedale. C’è chi ipotizza l’uscita di scena della famiglia Cestaro, nel caso dovessero andare a buon fine alcune delle trattative sopra citate. Al momento invece il totale disimpegno dei Cestaro non è da prendere in considerazione. Più probabile una cessione del 25-30% con conseguente riduzione dell’esposizione finanziaria (chiare a questo proposito le dichiarazioni rilasciate dal fratello Mario Cestaro, al termine dell’ultimo Cda: “Bilancio approvato con numeri da dimenticare al più presto…”). Cestaro rimarrà nel Padova con il pacchetto di maggioranza finchè non sarà chiara la destinazione dei lotti di terreno (di sua proprietà) adiacenti allo stadio. Il cerchio si chiuderà soltanto con la cessione di quei terreni, che inizialmente (dieci anni fa) dovevano essere destinati alla costruzione di un centro commerciale. E al momento sembra sempre più concreta l’ipotesi del nuovo polo ospedaliero che sorgerà a fianco dello stadio Euganeo: la Giunta regionale presieduta da Luca Zaia ha da poco definito l’accordo (che vede coinvolti 5 soggetti: Azienda ospedaliera, Comune, Provincia, Università e Istituto Oncologico Veneto) per valutare la proposta di project financing. L’insediamento di Flavio Zanonato al Ministero dello Sviluppo Economico, secondo i primi rumors, darà il definitivo via libera alla realizzazione di questa grande opera. Uno scenario possibile per quanto riguarda il Calcio Padova potrebbe essere dunque il seguente: stagione 2013/14, Cestaro rimane nel Padova con il 60-70%; stagione 2014/15: Cestaro venderà i terreni attorno allo stadio e lascerà definitivamente la società biancoscudata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy