Padova, in prova il portiere argentino Sanabria. Mattin è sparito, Dovico non regge l’emozione

Padova, in prova il portiere argentino Sanabria. Mattin è sparito, Dovico non regge l’emozione

Commenta per primo!

Porte scorrevoli in casa Padova, due giorni fa, sotto la neve dell’Appiani, il Padova ha salutato il terzino Bragagnolo, tornato al Vicenza. Chi ancora non si è visto, invece, è lo svedese Mattin, che dopo essere volato in Svezia per le festività è ora l’ultimo a mancare ancora all’appello. «Era previsto che stesse via qualche giorno in più», tranquillizza il direttore sportivo, Fabrizio De Poli, «Aveva il permesso di tornare anche il 30 dicembre, se avesse voluto, solo che da qualche giorno non riusciamo a metterci in contatto con lui ed è questo che non è molto normale. L’importante è che arrivi qui anche oggi e che stia bene». Nel corso dell’amichevole di ieri, di contro, Parlato ha potuto far conoscere ai tifosi un portiere in prova, l’argentino Sanabria, e anche alcuni baby della squadra juniores: i terzini Canton e Faggin e gli attaccanti Marcandella e Dovico. E proprio quest’ultimo, subentrato a Pittarello al 16’, s’è reso protagonista di un episodio curioso. Pochi minuti di gara, ed è stato infatti sostituito, correndo in tutta fretta negli spogliatoi. L’emozione gli ha giocato un brutto scherzo: «Era da due giorni che conviveva con uno stato d’ansia causato proprio da questa partita amichevole», la spiegazione di De Poli, «Non si è sentito bene e infatti in campo è rimasto solo pochi minuti. L’emozione, ma anche il taglio di capelli, devono aver concorso a questo malessere». Una battuta, quella del diesse, a cui evidentemente non è andata giù la pettinatura del giovane attaccante della juniores: un taglio a spazzola con delle strisce rasate a comporre un disegno geometrico. «Io gliel’ho già detto: se non se li taglia, non si allena più»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy