Padova-Juve Stabia finisce 2-2

Padova-Juve Stabia finisce 2-2

Commenta per primo!

PADOVA            2

JUVE STABIA   2

PADOVA: Perin, Donati, Schiavi, Legati, Renzetti, Bovo (40’st Ruopolo), Italiano, Cuffa (26’st Jidayi), Cutolo (22’st Drame), Cacia, Lazarevic

A disp.: Cano, Franco, Osuji,  Milanetto,

All.: Dal Cant

JUVE STABIA: Colombi, Baldanzeddu, Molinari (1’st Maury), Sconamiglio, Di Cuonzo, Zito (1’st Erpen), Davì, Mezavilla, Raimondi (34’st Sau), Danilevicius, Mbakogu.

A disp.: Seculin, Biraghi, Di Tacchio, Scozzarella

All.: Braglia

Arbitro: Nasca di Bari

Ammoniti: Davì, Cacia, Maury, Mezzavilla, Colombi

Reti: 38’pt Cacia, 5’st Mbakogu, 11’st Italiano (R), 31′ st Sau

Come da troppo tempo purtroppo accade, anche quest’oggi una tragedia da commemorare: un minuto di silenzio per le vittime dell’alluvione in Liguria.

Subito un sonoro tifo da parte della Tribuna Fattori e Padova che ingrana la quarta e arriva in area prima con Cutolo poi con Cacia. Nel frattempo ci provano anche le vespe con un colpo di testa, debole, dell’ex Mbakogu. Ma dopo i primi minuti più accesi la partita si stabilizza su ritmi più blandi.

Al 16′ botta e risposta tra le due formazioni: prima Danilevicius, su assist di Mbakogu, beffa la difesa biancoscudata e si porta a pochi passi da Perin ma Donati riesce a recuperare; poi Lazarevic dalla distanza tenta il tiro di potenza ma Colombi è sulla traiettoria. Poi ancora Padova con Cacia che trova il gol sfruttando un corner di Italiano ma l’arbitro fischia perchè c’è il fallo di mano dell’attaccante calabrese. Al 20′ la palla gol è sui piedi di Bovo che dal limite dell’area calcia sul primo palo ma la sfera finisce a lato di poco. Al 26′ incursione di Cutolo sulla sinistra, palla in mezzo per Cacia ma Colombi ci arriva.

Alla mezzora batti e ribatti in area gialloblu, la palla arriva Italiano che calcia di potenza, la palla, ribattuta, arriva a Cutolo che però la colpisce male e la butta fuori. Al 34′ Perin smanaccia in area il corner di Raimondi e strappa gli applausi del pubblico. Al 38′ cross pennellato di Schiavi per Cuffa che controlla di petto, si accentra e tira, il portiere la tocca ma Cacia è pronto sul palo a calciare a rete! 1-0 per il Padova! Al 45′ Italiano sfiora il bis con una bomba da 18 metri che fa la barba al palo.

Nella ripresa subito due cambi per le vespe: fuori Molinari e Zito, dentro Maury ed Erpen.

Brividi di emozione al primo minuto del secondo tempo: la Tribuna Fattori espone uno striscione “Solidarietà alla Genova città” intonando l’Inno di Mameli.

Al 5′ arriva il pari dei gialloblu con il classico gol dell’ex: uno-due di Mbakogu con Erpen, il nigeriano entra in area e con un diagonale beffa Perin. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo per il Padova al 7′ Di Cuonzo si appoggia la palla con le mani in area ma Nasca di Bari clamorosamente non vede!. Insorge il pubblico di casa.

All’11 rigore per il Padova per un fallo in area di Davì (ammonito) su Cuffa: dal dischetto capitan Italiano è un cecchino! 2-1!

Al 14′ Braglia esauriesce i cambi sostituendo Raimondi con Sau: il padovano viene appaluadito dal suo ex pubblico.

Al 18′ Baldanzeddu, nelle proteste per una punizione, colpisce volontariamente Legati ma Nasca non lo sanziona.

Al 22′ primo cambio per il Padova: Drame rileva Cutolo. Quattro giri di lancetta e Dal Canto gioca il secondo cambio inserendo Jidayi per Cuffa.

Intanto la Juve Stabia è in pressing alla ricerca del pari ma il Padova si oppone più o meno bene ai tentativi gialloblu. Il pareggio però arriva al 31′ quando Sau si beve i centrali biancoscudati e insacca in rete il pallone del 2-2. Al 40′ Dal Canto effettua l’ultimo cambio richiamando in panchina Bovo e inserendo Ruopolo: Padova con 4 punte per tentare il tutto per tutto. Al 42′ corss di Renzetti a cercare il neoentrato Ruopolo che ci arriva ma la palla finisce alta. Al 47′ tiro di Lazarevic dalla distanza ma finisce di poco fuori. All’ultimo secondo Mbakogu manca l’aggancio giusto e il Padova evita una clamorosa sconfitta. Finisce 2-2 in rimonta per le vespe. Dal Canto dovrà lavorare molto sulla difesa….

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy