Padova-Kras Repen, le pagelle: Ferretti il migliore, Fenati la sorpresa, Dionisi e Nichele le garanzie

Padova-Kras Repen, le pagelle: Ferretti il migliore, Fenati la sorpresa, Dionisi e Nichele le garanzie

Petkovic 6,5: In una giornata dallo scarso lavoro, quando chiamato in causa risponde sempre presente. Ottima sicurezza nelle uscite, sia alte che basse.

Bortot 6,5: La solita (ma non per questo meno sorprendente data la giovanissima età) sicurezza in fase di contenimento ed il solito supporto alla manovra offensiva. Cerca la perla dalla distanza al 20′ della ripresa, ma Dagnolo si rivela provvidenziale.

Thomassen 6,5: Affidabile, come sempre. In tandem con il proprio compagno di reparto Dionisi annulla letteralmente gli avanti carsolini (non certo tra i più temibili del campionato) sia palla a terra che nel gioco aereo.

Dionisi 6,5: Dove lo metti, lui gioca. E lo fa anche bene. Preziosissimo jolly a disposizione di mister Parlato, si conferma elemento di spessore per la categoria. Con uno così, per Knezevic e compagni era dura passare…

Degrassi 6: Prestazione senza infamia e senza lode da parte del terzino scuola Juve, meno in vista rispetto al suo omologo Bortot ma non per questo meno efficace nel rintuzzare le iniziative ospiti.

Fenati 7: La sorpresa. Riconferma le buone sensazioni già destate lo scorso 22 marzo contro il Giorgione e fornisce una prestazione attenta ed incisiva. Zero sbavature, la giusta quantità in mezzo al campo ed il meritato gol che suggella il successo biancoscudato. Sarà interessante rivederlo all’opera.

(dall’88’ Faggin) s.v.

Nichele 6,5: Abilità nel dettare i tempi in fase di impostazione, solidità e grinta nel fungere da frangiflutti di fronte alla difesa, e voglia di apporre il proprio nome nella lista dei marcatori di giornata, purtroppo senza successo. Garanzia.

Ilari 7: Tanta generosità lungo tutto l’arco dei 90′ premiata dai due assist che permettono a Ferretti e Fenati rispettivamente di aprire e chiudere le marcature. Per raggiungere la doppia cifra chiede allo stesso argentino di avere la possibilità di calciare il rigore, ma il Rulo gliela nega, smanioso di lasciarsi alle spalle un periodo non certo florido, calcisticamente parlando.

Zubin 7: Propizia il primo gol di Ferretti servendo Ilari con un geniale colpo di tacco, rivelandosi però poco incisivo dalle parti di Dagnolo lungo tutto l’arco del primo tempo. Ma nella seconda frazione la musica cambia: la traversa scheggiata in apertura di ripresa è il preludio al gol del 3-0, che l’ariete di Capodistria sigla con freddezza al minuto numero 66, imbeccato alla perfezione dal Rulo.

Petrilli 6: Meno incisivo e preciso del solito, rimedia pochi istanti prima della sua uscita dal terreno di gioco il cartellino giallo che lo costringerà a saltare la trasferta di Feltre contro l’Union Ripa La Fenadora. Prestazione dunque un po’ sottotono da parte dell’esterno torinese, tra gli elementi più determinanti della stagione biancoscudata.

(dal 57′ Cunico 6): Pochi palloni toccati ed una ghiotta occasione da gol mal sfruttata a dieci minuti dal termine. Ma il 6 in pagella è il premio che gli concediamo alla luce del risultato finale della gara odierna ed alla luce di una stagione da lui disputata su altissimi livelli.

Ferretti 8: Semplicemente il migliore in campo. Riproposto titolare dopo oltre tre mesi, realizza una pregevole quando decisiva doppietta e serve a Zubin un cioccolatino pronto da scartare per il gol del 3-0. Il tutto dopo aver fatto tremare la traversa con una staffilata dalla distanza al 27′. Cerca anche il gol della tripletta che gli avrebbe permesso di agganciare Cunico a quota 12 reti, ma Dagnolo risulta abile a sventare la minaccia. Standing ovation dunque più che meritata al momento della sua uscita dal terreno di gioco.

(Dal 74′ Pittarello s.v.)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy