Padova solo nella marea gialloblu. Cestaro e Carron ai tifosi: “Tesseratevi, per il bene della squadra”

Padova solo nella marea gialloblu. Cestaro e Carron ai tifosi: “Tesseratevi, per il bene della squadra”

Commenta per primo!

Trecento circa padovani contro una vera e propria marea umana colorata di gialloblu (circa quindicimila persone). Lo stadio Bentegodi ieri sera era tutto per il Verona, altro che atmosfera da derby: sembrava la festa dell’Hellas. Sono gli effetti dell’ostracismo degli ultras biancoscudati contro la Tessera. Una presa di posizione che, da tempo, sta facendo molto discutere. Anche ieri il presidente Cestaro è tornato sull’argomento, chiedendo comprensione: “Non possiamo affrontare partite come questa senza i nostri magnifici tifosi. Dovrebbero copiare quelli del Verona con la tessera, è una constatazione questa, senza che si arrabbino. L’Hellas ha quattro anni di astinenza dalla B, sono contento da veneto di incontrali. Riuscire a fare questo tipo di partite è un bene per tutti”. Sulla stessa lunghezza d’onda Barbara Carron che, tramite facebook, fa un appello ai tifosi utilizzando una metafora: “Se amassi alla follia un uomo, scenderei a compromessi pur di poterlo amare e di sentirmi amata…se amate la vostra squadra del cuore, se amate il Padova, il vs Padova….fate in modo di non lasciarci mai più soli come questa sera al Bentegodi….mai più…..”. Gli ultras per adesso non mollano, il braccio di ferro continua. E il Padova si appresta ad affrontare “senza voce” altri campi caldissimi, come quello di ieri sera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy