Pagelle Giana Erminio-Padova: Neto e Petkovic i più decisivi, ma gran contributo anche da parte di Diniz ed Altinier. Petrilli “natalizio”…

Pagelle Giana Erminio-Padova: Neto e Petkovic i più decisivi, ma gran contributo anche da parte di Diniz ed Altinier. Petrilli “natalizio”…

Commenta per primo!

Petkovic 7: Decisivo. Se non avesse neutralizzato quel rigore in chiusura di prima frazione avremmo probabilmente assistito ad un altro secondo tempo. Tutto sommato incolpevole sulla rete di Bruno, risulta per il resto attento e “sul pezzo” lungo tutto l’arco della gara. Ottime le uscite, una delle quali addirittura di testa fuori dalla propria area di rigore.

Dionisi 6,5: Propositivo ed in sintonia con il proprio compagno di fascia Ilari nella prima frazione, contiene bene le folate biancazzurre nella ripresa. E che sfortuna in occasione del rigore, quando la conclusione ravvicinata di Rossini gli sbatte sul gomito in fase di caduta…

Diniz 7: Ormai non stupisce più. La gara di oggi lo riconferma: quando il brasiliano è “in giornata” offre puntualmente grandi garanzie. Roccioso ed efficace, spadroneggia contro gli avanti lombardi lungo tutto il fronte arretrato sia palla a terra sia in fase di gioco aereo.

Fabiano 6: Qualche sporadica imprecisione non macchia una prestazione di sostanziale affidabilità . Come di consueto, inoltre, da segnalare la sempre ottima intesa con Diniz.

Favalli 6,5: Si dedica oggi più alla fase di copertura che a quella di supporto alla manovra offensiva. L’unica volta che si porta nei pressi dell’area di rigore avversaria risulta però prezioso: è infatti lui a dare il la all’azione dell’1-0 servendo alle proprie spalle l’accorrente Petrilli per scodellare il pallone al centro, in direzione di Neto Pereira.

Ilari 6: Qualche pallone crossato in area di rigore, un paio di tentativi da fuori area, ma mai il guizzo illuminante nell’uno contro uno. Spende molto nel primo tempo per poi calare nella ripresa, complici le difficoltà  generali nel ripartire in contropiede alla ricerca del terzo gol di giornata.

Bucolo 6,5: Corre, lotta, imposta il gioco, dà  indicazioni ai compagni. E raramente commette imprecisioni. Con la sua completezza riconferma a Pillon di essere elemento insostituibile in mediana.

Corti 6,5: Gran lavoro da frangiflutti di fronte alla retroguardia, prova ne sono i palloni recuperati e le conclusioni da lui deviate nel corso della prima frazione. Esce acciaccato a metà  ripresa, ci si augura ovviamente non sia nulla di particolarmente grave.

(dal 66′ Ramadani) 6: Quantità  e polmoni a difesa del doppio vantaggio nella ripresa.

Petrilli 6,5: Come le lucette sugli alberi di Natale: si accende ad intermittenza. Ma quando lo fa, allora sì che è illuminante. Per informazioni assistere allo sviluppo dell’azione dell’1-0 e contare il numero di falli portati a casa dall’esterno torinese nel corso della gara. In debito d’ossigeno, cala col passare dei minuti.

(dall’80’ Bearzotti): s.v.

Altinier 7: L’abbiamo scritto in fase di cronaca: dategli un pallone buono e lo trasformerà  in oro, da moderno Re Mida. Seconda ottima prestazione da parte dell’ex Ascoli nel giro di una settimana sotto la guida del neotecnico Pillon. Riuscire a valorizzare il potenziale del centravanti mantovano rappresenterebbe senz’altro un grande traguardo per il tecnico di Preganziol.

(dall’86’ Giandonato): s.v.

Neto Pereira 7,5: Non c’è successo biancoscudato che non coincida con una sua grande prestazione. Anche nella gara odierna il suo contributo in termini di gol ed assist è infatti per l’ennesima volta decisivo. Serve ottimamente Altinier in occasione del gol dell’1-0 e va a siglare quello del raddoppio approfittando prontamente di un’imprecisione della retroguardia avversaria, al pari di quanto accaduto la scorsa settimana contro l’Albinoleffe. Che giocatore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy