Pari di rigore nel primo derby Biancoscudati-San Paolo

Pari di rigore nel primo derby Biancoscudati-San Paolo

Finisce in parità il derby cittadino cui i tifosi avrebbero voluto assistere in campionato e che invece, salvo intrecci di Coppa Italia, si giocherà solo a livello amichevole. A Monselice, sede della sfida tra Biancoscudati e Atletico San Paolo, si ricorderà più la festa di popolo che ha fatto da contorno alla partita che la gara stessa, a conferma che la presenza dell’ex Padova in quarta serie può portare molti effetti positivi, a livello di ambiente.

Dal punto di vista strettamente agonistico, si è invece assistito ad un match in cui il predominio dei Biancoscudati è parso abbastanza evidente ma non al punto di piegare la resistenza di un San Paolo volitivo e ben guidato in panca dall’acclamatissimo Damiano Longhi.

Primo tempo di marca prevalentemente biancorossa, inaugurato da una traversa colpita al 12′ da Segato direttamente da corner ma concluso senza marcature, nonostante la prevalenza territoriale dell’undici di Parlato.

Nella ripresa, la contesa si vavicizza al quarto d’ora quando, dopo un pericoloso tentativo di testa di Ferretti, è il San Paolo a portarsi avanti grazie a un calcio di rigore assegnato per l’atterramento di Marcolini da parte di Petkovic in uscita e realizzato da Antonelli spiazzando l’estremo difensore.

Passano 3′ e a ristabilire la parità ci pensa Ferretti, che sempre dal dischetto spiazza Rosiglioni, in virtù del penalty causato da Caco su Dionisi. I biancoscudati tentano quindi di imbastire un abbozzo di forcing ma fino al 90′ non cambia nulla e così il primo derby della nuova era del calcio padovano può andare in archivio con un salomonico pareggio che in fondo non scontenta nessuno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy