Parla Cutolo: “Juve Stabia? Squadra importante, va rispettata”. Grigliata tra i giocatori a Bresseo

Parla Cutolo: “Juve Stabia? Squadra importante, va rispettata”. Grigliata tra i giocatori a Bresseo

Aniello Cutolo, ben tornato, verrebbe da dire. L’estroso attaccante napoletano, schierato titolare contro il Livorno, è risultato alla fine tra i più convincenti, proprio come a inizio stagione quando di lui si parlava con toni entusiastici. Con il ritorno al 4-3-3, non si può prescindere da Aniello Cutolo. “All’inizio della scorsa settimana, dopo la sconfitta contro il Crotone, ci siamo parlati – ha detto Cutolo oggi pomeriggio a Bresseo prima dell’allenamento – il gruppo è formato da giocatori maturi e ci siamo subito capiti, certe partite non vanno ripetute. Io ero pronto a giocare con entrambi i moduli, sono contento della mia prestazione ma soprattutto della risposta della squadra. Per quanto ci siano stati dei mugugni da parte dei tifosi, non possiamo dire che non ci abbiano sempre sostenuto”. Venerdì c’è la Juve Stabia, una neo promossa che sta facendo molto bene: “Mi fa piacere tornare vicino a casa – continua Cutolo, napoletano di nascita – Loro sono una squadra importante, lo dimostrano i fatti ed i numeri. Poi possono sfruttare l’arma in più del campo sintetico, ed inoltre è sempre difficile giocare in piazze così calde. Conosco tanti giocatori della Juve Stabia, tra ex compagni come Zito e Scognamiglio e calciatori che ho incontrato spesso in serie C. Con Zito sono stato a Taranto e Crotone, sta facendo molto bene. Sau? Per quello che sta facendo merita la serie A, sta confermando quanto fatto vedere negli ultimi anni. Li rispettiamo, ma noi andremo per dare il massimo. Sarà importante non rilassarsi dopo la vittoria a Livorno”.

Dopo l’allenamento, grigliata tra i giocatori del Padova a Bresseo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy