Parlato e il Pordenone: “Conta solo il Padova!”. Alle 17 amichevole col Delta

Parlato e il Pordenone: “Conta solo il Padova!”. Alle 17 amichevole col Delta

Pordenone, Mantova e Padova: saranno queste tre squadre a giocarsi, a partire dal prossimo venerdì 14 agosto, la prima fase della Coppa Italia di Lega Pro. A sancirlo, come ampiamente preventivato visto che per la composizione dei triangolari si è tenuto contro del criterio di vicinanza geografica, è stato ieri il direttivo del terzo campionato nazionale, che ha anche stabilito che le altre giornate di gara saranno il 23 e 30 agosto. La squadra di Carmine Parlato, dunque, sarà inserita insieme all’ex squadra del tecnico partenopeo, appena ripescata in Lega Pro, e la formazione mantovana, sfida in cui non mancheranno ricordi e spunti.

LA FORMULA. Come avvenuto per la Poule Scudetto dello scorso anno in D, oggi verrà sorteggiata solo la prima partita, e a seconda del risultato di questa si stabiliranno quindi le due gare successive: la squadra vincente riposerà, mentre la perdente (o, in caso di pareggio, quella che aveva giocato in casa) incontrerà la terza squadra nel secondo match del triangolare. Ogni formazione giocherà una gara in casa e una in trasferta e, alla fine, passerà il turno solo la prima classificata di ogni mini-raggruppamento. Per stilare la classifica, in caso di parità di punti, si conterà la differenza reti, il maggior numero di reti segnate, il maggior numero di reti segnate nella gara giocata fuori casa e, eventualmente, verrà effettuato un sorteggio. Le squadre partecipanti alla Tim Cup, Cittadella compreso, esordiranno dal turno successivo.

SFIDE E FASCINO. Pordenone e Mantova non sono due gare qualunque: la prima per il tecnico Parlato sarà il primo incrocio contro la sua ex squadra, con la quale due anni fa aveva conquistato Serie D, promozione in Lega Pro e Scudetto dilettanti prima di approdare a Padova. «Una partita che sicuramente mi porterà a rivivere le immagini di una promozione stupenda», l’emozione del tecnico campano, «Ma adesso il mio unico pensiero è il Padova, per una partita il Pordenone sarà la nostra nemica. Vogliamo iniziare col piede giusto, nonostante tutte le squadre possano accusare qualche difficoltà, ci giocheremo la xoppa al meglio». Quanto al Mantova, la sfida porterà con sé l’eco di una vecchia rivalità tra tifoserie, mai veramente sopita. Ma soprattutto, sul campo, metterà di fronte il Padova e Francesco Ruopolo per la prima volta da quando, quasi quattro anni fa, dopo le ammissioni nell’inchiesta scommesse, l’ex attaccante dell’Albinoleffe fu “invitato” dagli ultras della Fattori a non farsi più vedere con la maglia biancoscudata.

BUCOLO C’È. Ieri mattina Rosario Bucolo ha ufficialmente firmato il contratto che lo legherà al Padova fino al giugno del 2016. «Sono contento, ho lavorato tanto per arrivare fin qui e devo ringraziare la società, il diesse e il mister per avermi dato questa opportunità», le parole dell’ex capitano del Messina, «Farò di tutto per dimostrare di meritarmela. Qui ho trovato l’ambiente perfetto, sono stato accolto benissimo in un gruppo forte e che sa quello che vuole. Io di solito non guardo molto in avanti nel tempo, preferisco pensare al presente, ma sono convinto che questa squadra abbia tutte le carte in regola per fare benissimo in campionato».

L’AMICHEVOLE. Oggi, alle 17, il Padova sarà impegnato in un’altra amichevole allo stadio di Camposampiero: avversario il Delta Porto Tolle, formazione di Serie D.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy