“Pasquato e Cuffa non si toccano”

“Pasquato e Cuffa non si toccano”

Commenta per primo!

Da Il Mattino:

«Neanche il Santo vi salverà se vendete Cuffa». Questo lo striscione appeso nella notte a Bresseo in difesa del capitano biancoscudato, al centro di una ridda di voci su una probabile partenza dopo i problemi emersi tra una parte dello spogliatoio e Bortolo Mutti. Il tifo si mobilita per il Cabezon, l’ultimo giocatore della vecchia guardia ad essere rimasto a Padova, dopo l’addio di Elia Legati e l’accantonamento di Trevor Trevisan che è destinato a fare le valige entro la fine del mercato. Ma non sono solo i veterani ad essere in pericolo, nelle ultime ore si sono fatte con insistenza le voci su una possibile cessione di Cristian Pasquato, il simbolo del mercato estivo e altro giocatore entrato nelle grazie dei tifosesi. Gli scenari. Il popolo biancoscudato è in fibrillazione e nelle ultime ore sta manifestando il proprio dissenso all’eventuale sacrificio di due giocatori come Cuffa e Pasquato. «Non voglio nemmeno pensare a uno scenario del genere», la preoccupazione del presidente Aicb Giorgio Ferretti. «Sono due calciatori indispensabili per questa squadra. L’argentino per il carisma indiscusso che trasmette, il trequartista per il talento e, aspetto da non sottovalutare, la padovanità. Già è stato ceduto Raimondi, mi auguro non si faccia lo stesso con Pasquato che ha dimostrato di tenere moltissimo a questa maglia». Al momento, da quello che filtra, le possibilità che vengano ceduti sono in ribasso, ma da qui a fine mercato può succedere di tutto. Le tensioni interne rischiano di lasciare il segno, ma anche ieri la società ha smentito con forza che i due si muoveranno da Padova in questa sessione di mercato. Cuffa alla Juve Stabia non è un’ipotesi percorribile, nemmeno in un paventato scambio con Scozzarella. Il giocatore vuole restare, andrà in scadenza di contratto a giugno, quando verrà ridiscusso un eventuale rinnovo contrattuale le cui basi erano già state gettate in autunno prima degli ultimi avvenimenti. Anche Pasquato non vorrebbe abbandonare Padova così, nonostante la stagione sia andata fin qui sotto le aspettative. Molto dipenderà anche da come la squadra affronterà la partita di Trapani e da quanto le tensioni siano state sopite. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy