Pieve di Cadore, la “vecchia guardia” non delude. Da oggi in prova anche Bucolo (ex Martina)

Pieve di Cadore, la “vecchia guardia” non delude. Da oggi in prova anche Bucolo (ex Martina)

Il Padova riparte dal suo passato. Non per il risultato (ovviamente scontato), ma per uno zoccolo duro che sta rappresentando l’ossatura di una squadra ancora in via di formazione. La prima amichevole del ritiro estivo, disputata ieri pomeriggio a Pieve di Cadore contro la selezione di disoccupati Verona Stars (clicca qui per guardare gli higlights), ha visto i biancoscudati vincere 6-0, al termine di novanta minuti spalmati in tre tempi da mezz’ora ciascuno. Nella formazione base del primo tempo, Parlato ha schierato sei giocatori confermati dalla scorsa stagione, ovvero tutti quelli che ha a disposizione, considerato che gli altri tre confermati (Aperi, Amirante e Petkovic) sono infortunati. E alla fine sono stati proprio i “vecchi”, a trainare la squadra e dettare i tempi. Mazzocco ha aperto le marcature di testa su cross di Petrilli, Ilari ha raddoppiato con uno splendido destro al volo all’incrocio, mentre Cunico ha agito alle spalle dell’unica punta Neto Pereira, schierato da centravanti anche per l’assenza di Altinier, reduce dall’influenza. In difesa le chiavi sono stati affidate a Niccolini e a un Dionisi già in buona forma, tanto da essere stato l’unico in campo per 90 minuti, visto anche il forfait dell’ultim’ora dell’acciaccato Dell’Andrea. Per il resto Parlato ha alternato tutti gli uomini a disposizione, cambiando le carte soprattutto in un centrocampo che è ancora un cantiere aperto. Qualche buono spunto l’hanno offerto i fantasisti Mihaylov, Turea e Azzi, questi ultimi due a segno con due tiri dal limite dell’area. In rete sono andati anche Fabiano (difensore rigorista) e l’ultimo arrivato in prova, lo svizzero Ramadani, che ha chiuso i conti con un diagonale di destro. In tribuna anche l’amministratore delegato Roberto Bonetto, con il figlio Edoardo: «È presto per giudicare, ma credo che già da domenica potremo avere qualche indicazione maggiore», le parole dell’ad. Parlato ha analizzato così il test: «Mi sono affidato ai vecchi, per far apprendere meglio ai nuovi alcuni principi, anche sulle palle inattive. Abbiamo messo in pratica alcuni concetti, sono soddisfatto del gruppo che sta nascendo ma c’è ancora molto da lavorare e tanti errori da correggere». Infine oggi dovrebbe sbarcare in ritiro un altro giocatore in prova, Rosario Bucolo, 27 anni, l’ultima stagione in Lega Pro con le maglie di Messina e Martina. Padova 1º tempo (4-2-3-1): Favaro; Dionisi, Diniz, Niccolini, Anastasio; Mazzocco, Muminovic; Ilari, Cunico, Petrilli; Neto Pereira. 2º tempo: Favaro; Dionisi, Diniz, Fabiano, Anastasio; Poesio, Senkal; Turea, Neto Pereira; Azzi; Mihaylov. 3º tempo: Favaro (15′ Pardo); Dionisi, Gorzlewsky, Fabiano (15′ Niccolini), Muminovic; Ramadani, Carcuro; Mihaylov, Cunico, Turea: Azzi. Arbitro: Castellan di Santa Giustina Bellunese Reti: 4′ pt Mazzocco, 30′ pt Ilari, 26′ st Fabiano (rigore), 12′ tt Turea, 27′ tt Azzi, 28′ tt Ramadani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy