Presentato il Padova al Pedrocchi. Cestaro: “Abbiamo un grande ds e forse un nuovo socio”

Presentato il Padova al Pedrocchi. Cestaro: “Abbiamo un grande ds e forse un nuovo socio”

Nella più classica delle cornici padovane è stata presentata la prima squadra del Padova 2010/2011. La sala Rossini del Pedrocchino ha ospitato la dirigenza al gran completo, i giocatori, la stampa, le autorità e un nutrito numero di tifosi. Ha aperto le danze l’assessore allo sport Umberto Zampieri, che ha ringraziato il Presidente Cestaro e ha invitato i giocatori ad essere un modello per i giovani padovani, auspicando una stagione di successi. “Questo è l’orgoglio padovano genuino e appassionato” ha detto con entusiasmo l’assessore. La parola è passata poi al ds Foschi, che ha giustificato l’assenza di Sottovia con impegni di Lega, dato che il dg da quest’anno è tra i consiglieri. Il ds non si è dilungato in grandi discorsi, anzi, si è limitato a manifestare la soddisfazione per il lavoro svolto e l’auspicio di un gran campionato. Il direttore della comunicazione Gianni Potti ha poi presentato uno per uno i giocatori della rosa. Tanti applausi per il portierone Cano, ovazioni per Renzetti e Bovo, ma soprattutto per Cuffa e capitan Italiano. Grande entusiasmo anche per il talentino El Shaarawy, ma l’idolo indiscusso dei tifosi (fidatevi del nostro applausometro rudimentale fatto di orecchie e attenzione!) è ancora lui, Totò Di Nardo. E a 24 ore dal suo ritorno all’ombra del Santo anche Succi raccoglie approvazione. Potti ha poi chiesto due battute al mister e ad alcuni giocatori.

Ve le riportiamo in sintesi:

Calori: “Cerchiamo di costruire qualcosa di bello, ma senza illusioni. La cosa importante è che i miei ragazzi hanno capito la filosofia per regalare emozioni, senza perdere costanza e concretezza. In bocca al lupo a tutti, perchè le cose si fanno insieme.

Italiano: “Cerchiamo di salvarci il prima possibile per non soffrire come lo scorso anno. Poi magari se si riesce a costruire qualcosa di importante, potremo anche sognare e farvi sognare”.

Di Nardo, Cuffa e Succi hanno detto di fatto le medesime cose, confermando quanto esternato da mister e capitano.

Discorsi di rito anche per i vicepresidenti Alberto Bertani e Barbara Carron: Lady B ha ringraziato i tifosi “Senza di voi non sarebbe stata la stessa cosa, siamo come un grande puzzle, con tanti pezzi che si incastrano alla perfezione”.

Dulcis in fundo microfono al Presidente Cestaro, che ha chiacchierato a lungo, ricordando le emozioni di Trieste e ringraziando tutti i presenti e dicendosi più rilassato e sereno rispetto alla scorsa stagione, anche grazie ad un grande direttore sportivo come Foschi. Il Cavaliere poi si sbilancia con un “Grazie ai soci presenti e a quelli futuri”, dichiarazione che non può non incuriosire. E così Cestaro è costretto a dirci qualcosina in più. “Sì ci sono delle trattative con un possibile nuovo socio padovano, ma prima di fine mese non saprò nulla”. VIsto che è in vena di confidenze chiediamo al Presidente anche una battuta sulla questione stadio. Inaspettatamente anche qui una piccola confessione: “Sto preparando un progetto per avere un preventivo per una soluzione sull’avvicinamento delle curve e della tribuna est.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy