Riunione Appiani, Valentini: “Abbiamo acconsentito senza problemi, nessun divieto da parte nostra”

Riunione Appiani, Valentini: “Abbiamo acconsentito senza problemi, nessun divieto da parte nostra”

“Riunioni tra tifosi pacifiche come quella di ieri all’Appiani le trovo corrette e legittime in un momento come questo, non abbiamo mai posto alcun divieto a tal proposito”. Lo puntualizza l’ad del Calcio Padova Andrea Valentini, ai nostri microfoni. “A noi non è mai arrivata nessuna richiesta per l’utilizzo dell’Appiani – aggiunge – Mi ha chiamato al telefono l’assessore Zampieri, che aveva saputo di questa riunione che si sarebbe svolta nel vecchio stadio. Visto che l’Appiani è in concessione al Calcio Padova, nessuno poteva dare l’autorizzazione senza il nostro parere positivo. Sapendo che la richiesta non sarebbe mai arrivata direttamente a noi, ho chiesto all’assessore di fare in modo che pervenisse all’amministrazione. La lettera per il rimborso delle spese? Lo stadio, ripeto, è in concessione e ci sono delle precise prescrizioni che ci vengono date per l’uso, per esempio l’accesso a massimo 99 persone sulla tribuna utilizzata ieri sera. Io avevo l’obbligo di mettere tutto per iscritto, perchè se fosse capitato qualche incidente la colpa sarebbe stata nostra. Una formalità necessaria, ovviamente non verranno mai fatturate quelle spese vista la cifra irrisoria”. 

Sulla richiesta da parte degli ultras di schierare la Primavera nella prossima partita, scontato il no da parte del Padova: “Non se ne parla, saremmo oltretutto penalizzati perchè abbiamo l’obbligo di giocare sempre con la miglior squadra possibile”. Infine un commento sul corteo previsto per sabato: “Chiedono il nostro allontanamento? L’attuale dirigenza scade, l’attuale proprietà no. Io devo ancora decidere che fare, ma non posso parlare per Diego Penocchio, che oltretutto, non ha mai avuto offerte di nessun tipo da parte di altri imprenditori, nemmeno per scherzo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy