Sacilese-Padova, Zironelli: “Se potessi ruberei Cunico ai biancoscudati. Ecco come vedo la corsa per il primato…”

Sacilese-Padova, Zironelli: “Se potessi ruberei Cunico ai biancoscudati. Ecco come vedo la corsa per il primato…”

Commenta per primo!

La Sacilese di mister Zironelli è una delle poche squadre di questo girone che può risultare decisiva nella corsa a due per il primato tra Padova e Altovicentino. La seconda è già inciampata perdendo due punti, domenica toccherà al Padova confrontarsi con quella che viene definita fin dall’inizio all’unanimità come la terza forza del campionato. Sicuramente sarà il big match della giornata, come ci conferma il tecnico Mauro Zironelli, ai nostri microfoni.

Mister, come sta intanto la sua Sacilese?

Veniamo da due-tre partite in cui ci è girato tutto storto, abbiamo bisogno di riscattarci prima di tutto per il nostro morale, e poi per risalire la china in classifica. Si parla di noi come terza forza del campionato per quello che abbiamo fatto l’anno scorso, quando siamo arrivati fino agli ottavi nazionali dei play-off. Quest’anno, a parte le ultime gare, stiamo facendo addirittura un po’ meglio se guardiamo la classifica. Il calo fisiologico dunque ci può stare.

Altovicentino e Padova sono su un altro pianeta?

La differenza tra noi e le due davanti è l’organico, o meglio il numero di “over”. Io non ho la possibilità di avere tutti quegli over, ne abbiamo solo 9 e sono dei ’91 o ’92. La differenza è lì. Quest’anno poi ho perso una pedina importante in difesa (Grazzolo, crociato rotto ad agosto), non abbiamo tutti quei cambi, se qualcuno si fa male siamo meno rapidi nel sostituirlo.

Parlato ha avuto parole di elogio per lei.

Abbiamo giocato contro qualche volta in serie B, l’anno scorso poi l’ho affrontato alla guida del Pordenone. E’ un tecnico che va rispettato perchè ha sempre fatto bene. Lo ringrazio per le belle parole e mi auguro che sarà una bella partita. Ci aspettiamo un grande seguito di pubblico, che per noi è importante. Ricambieremo con il miglior terzo tempo che abbiate mai visto, salsicce comprese…

Nichele, Cunico e forse Ferretti non ci saranno. Dorme più tranquillo?

Il Padova ha comunque buoni giocatori, chiaro che parliamo di uomini-squadra e pedine importanti, ma non guardo tanto a questo. Dobbiamo concentrarci su di noi.

È stato vicino al Padova quest’estate…

Ma ero già in parola con la Sacilese, ho ricevuto la chiamata quello sì. Ma non solo dal Padova, anche dal Real Vicenza per dire e dall’Altovicentino. Non volevo andare via e portarmi via i giocatori della Sacilese, avrei fatto danni a loro. Sinceramente non ho fretta, voglio fare le cose fatte bene, un passo per volta. Quando sarò pronto, cambierò. Adesso posso solo essere riconoscente alla Sacilese che mi ha praticamente lanciato come allenatore.

Chi prenderà Zubin avrà una marcia in più?

Secondo me Zubin va all’Altovicentino se guarda i soldi, e poi comunque, mia considerazione, con i soldi puoi prendere giocatori piu forti. Non capisco tutta questa bagarre e smania di avere Zubin, non c’è solo lui con tutto il rispetto.

Padova o Altovicentino, chi vince?

Sarà una bella lotta, il Padova è avvantaggiato psicologicamente. Gli altri poi hanno già sbagliato una stagione, ora hanno la pressione di non poter più commettere errori. L’Altovicentino è piu forte davanti, il Padova è meglio in difesa.

Ultima domanda, chi “ruberebbe” al Padova?

Cunico. E’ un giocatore staordinario.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy