Segato, un gol per Morosini

Segato, un gol per Morosini

Commenta per primo!

È arrivato anche quest’anno il giorno del ricordo di Piermario Morosini. Martedì sera il club Conselve Biancoscudata, presieduto da Matteo Bagatella e intitolato dal 2013 alla memoria dello sfortunato ex calciatore del Padova, ha festeggiato il terzo anniversario, alla presenza di tanti protagonisti dell’attuale stagione: dal tecnico Carmine Parlato al vice-presidente Edoardo Bonetto, passando per Sentinelli, Dionisi, Nichele, Ferretti, Tiboni e Segato. Fra tutti i giocatori, proprio quest’ultimo conserva un ricordo e un retroscena speciale legato alla figura del compianto giocatore bergamasco. «Ho avuto il piacere di conoscere Piermario ai tempi in cui giocava nel Vicenza», svela Nicola Segato. «Un paio di volte siamo andati a cena insieme grazie alla conoscenza di un amico comune e la sua morte mi colpì molto». Così, nelle settimane successive, proprio assieme allo stesso amico il centrocampista originario di Marostica decise di far qualcosa per ricordare lo sfortunato collega. «Sia io che il mio amico, che gioca Terza categoria vicentina, ci siamo fatti stampare una maglia identica. C’è la scritta Moro 25 e, sotto, una frase che leggemmo nei giorni della scomparsa di Piermario e che ci piacque particolarmente». La frase è: “La vita è troppo breve per non essere anche immortale”, e quella stessa maglietta Segato la mostrò la scorsa stagione dopo un gol segnato con il Delta Porto Tolle. «Da quando l’abbiamo fatta stampare, la teniamo sempre con noi e la indosso sotto la maglia da gara ogni domenica. Appena sono stato invitato al club, sono venuto di corsa perché tengo molto ad onorare la memoria di Morosini». […] L’articolo intero nell’edizione odierna de “Il Mattino”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy