Sintetico e Sau, il fattore “S” da non sottovalutare a Castellammare

Sintetico e Sau, il fattore “S” da non sottovalutare a Castellammare

La prossima trasferta del Padova, la seconda consecutiva dopo Livorno, racchiude due insidie non da poco. La prima, il campo sintetico di Castellammare, aspramente criticato da molti giocatori che lo hanno sperimentato: “Uno dei peggiori campi in assoluto” (il virgolettato è di Cordaz, il portiere del Cittadella, che ha raccontato delle pessime condizioni del sintetico del “Menti” in una recente puntata di PadovaSport). Un paio di settimane fa anche il difensore Terlizzi del Varese ha parlato di “campo ai limiti della praticabilità”. Oltre al terreno di gioco, i biancoscudati dovranno fare attenzione a Marco Sau, tra gli attaccanti più in forma del campionato, autore di due reti contro il Vicenza, nell’ultima gara giocata dalle Vespe. Negli ultimi giorni sono circolate varie voci su un interessamento della Roma nei confronti del bomber sardo: “Essere accostato a squadre come la Roma mi lusinga e mi sembra quasi impossibile, ma per ora penso solo alla Juve Stabia – ha commentato l’attaccante, che insidia Immobile per il titolo di capocannoniere della B – La classifica cannonieri mi interessa relativamente, l’importante è fare bene per la squadra. Vincerle tutte non è impossibile, mancano 8 giornate alla fine e tutto può succedere”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy