Varese-Padova finisce a reti bianche. Un buon punto

Varese-Padova finisce a reti bianche. Un buon punto

VARESE   0

PADOVA   0

VARESE: Zappino, Pesoli, Dos Santos, Frara, Corti (33’st Concas), Neto (41’st De Luca), Osuji, Ebagua, Nadarevic (15’st Tripoli), Pisano, Pugliese.

A disp: Moreau, Camisa, Armenise, Tripoli, Correa,

All.: Sannino.

PADOVA (4-3-3): Cano; Crespo, Cesar, Legati, Renzetti; Bovo, Italiano, Cuffa; De Paula (46’st Rabito), Ardemagni, El Shaarawy (22’st Drame).

A disp: Agliardi, Trevisan, Portin, Hochstrasser, Di Nardo

All.: Dal Canto.

Arbitro: Calvarese di Teramo

Ammoniti: Drame

Subito in attacco il Padova al primo minuto con El Shaarawy, risponde il Varese dando lavoro a Cano.

Simpatia sugli spalti tra le due tifoserie: i varesini cantano cori contro i vicentini e i supportersbiancoscudati applaudono.

La partita prosegue con veloci ripartenze ma senza occasioni clamorose per nessuna delle due formazioni.

Al 18′ Ebagua si invola verso l’area ma il suo tiro viene bloccato da Cano. SUl ribaltamento di fronte ci prova il Padova che guadagna un angolo, che però non ha buon esito. Al 29′ bella occasione per i biancoscudati con De Paula che serve Ardemagni ma la palla è lunga. Al 38′ palla gol sui piedi di Ebagua, carambola in area, l’arbitro concede la norma del vantaggio ma l’azione si conclude con Cano e il nigeriano che finiscono a terra. Fortunatamente nulla di serio per nessuno dei due. Al 45′ El Shaarawy ha sui piedi un pallone eccezionale (datogli da Ardemagni) ma tira al volo anzichè aspettare un compagno e la palla finisce debolmente tra le mani di Zappino.

Al 2′ Ebagua dal limite dell’area prova a battere Cano, ma Cesar devia in angolo. Al 4′ Padova in attacco con una bell’azione costruita da El Shaarawy, ma Ardemagni spreca calciando alto. Il Varese si difende bene e chiude gli spazi, il Padova cerca con determinazione il gol ma la via per la porta è piena di ostacoli. AL 22′ Dal Canto opta per il primo cambio: richiama in panchina El Shaarawy (scelta discutibile visto che il Faraone è stato il migliore degli attaccanti) e inserisce sul terreno di gioco l’altro 92, Ousmane “Bon bon” Drame. Padova in pressing costante alla ricerca di un gol che aprirebbe ai biancoscudati nuove prospettive per la fine del campionato. Al 33′ punizione di Italiano, Ardemagni solo in area salta di testa schiacchiando la palla ma senza potenza nè angolazione e per Zappino è tutto facile. A 3 minuti dalla fine Dal Canto si gioca la carta Rabito. A un minuto dalla fine Drame sfiora il gol del vantaggio. Poi l’arbitro fischia la fine. Pareggio d’oro per il Padova.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy