Vigilia Padova-ArziChiampo, Parlato carica i suoi: “Voglio vedere nei ragazzi gli occhi della tigre”

Vigilia Padova-ArziChiampo, Parlato carica i suoi: “Voglio vedere nei ragazzi gli occhi della tigre”

Nuova domenica, nuovo capitolo della marcia biancoscudata verso la Lega Pro e, immancabilmente, nuovo squillo di tromba di mister Parlato, anche oggi – giustamente – attento a mettere in guardia i suoi riguardo all’avversario di giornata, l’ArziChiampo: “Dobbiamo rispettare questa squadra”, dichiara il tecnico napoletano al termine della rifinitura dell’Appiani. “Un gruppo capace di andare a pareggiare due settimane fa sul campo del Belluno e, prima dell’ultima sconfitta, di mettere in fila dieci risultati utili consecutivi. Ha un collettivo importante, che fuori casa ha subito i nostri stessi gol (17 n.d.r.). Pericoli principali? Beh, la fisicità di Trinchieri, capocannoniere del campionato che avevamo seguito lo scorso dicembre, e la rapidità di Carlotto, ma, come detto, è il collettivo la vera forza di questa squadra, d’altra parte dieci risultati utili consecutivi non li metti in fila per caso… Noi però vogliamo fare la partita. Domani si va in scena e dovremo essere abili a recitare al meglio la nostra parte. Ai ragazzi ho detto: “Domani voglio vedere in voi gli occhi della tigre”. Più si va avanti, però, più è dura mantenere questo ritmo, di conseguenza ancora una volta il supporto del nostro pubblico può fare la differenza e caricarci a pallettoni. Che gara mi aspetto? Una gara in cui ci vorrà pazienza ed in cui potrebbe subentrare un po’ di confusione, quindi dovremo leggere bene la partita. La difesa non prende più gol? Non far passare nessuno dev’essere una sfida personale dei miei difensori. Di chi è il merito di questi risultati positivi? Va assolutamente diviso equamente fra tutti. Dal presidente all’ultimo dei magazzinieri”.

Infine, è lo stesso Parlato a fare il punto sulla situazione-infermeria: “Eccettuando i due lungodegenti Busetto e Ferretti, abbiamo recuperato tutti tranne Nichele, per lui ci vorrà ancora una settimana affinché il problema muscolare si risolva. Ilari, Zubin e Sentinelli sono dunque abili e arruolati”. La formazione anti-ArziChiampo non dovrebbe dunque essere molto dissimile da quella schierata sei giorni fa al Polisportivo di Belluno, con il solo Sentinelli a riprendersi una maglia da titolare al centro della difesa al posto di Thomassen. Tuttavia, non rimane comunque da escludere una possibile riconferma dal 1′ del danese, il cui ottimo periodo di forma potrebbe offrire più garanzie rispetto all’esperto centrale romano, di ritorno da qualche noia fisica settimanale. Staremo a vedere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy