I tifosi ci scrivono, l’angolo delle vostre opinioni

I tifosi ci scrivono, l’angolo delle vostre opinioni

Commenta per primo!

L’angolo delle vostre opinioni, scriveteci a info@padovasport.tv oppure sulla nostra pagina facebook.

Gianni F.: Io non voglio parteggiare per nessuno, ognuno ha il diritto di dire la propria. Di sicuro c’è stata perlomeno una dura contestazione da parte di una decina, così dice Valentini, di persone definitesi ultras. Pertanto l’accusa non è rivolta a tutti i tifosi presenti. Perchè il cosidetto capo ultras, più volte chiamato in causa dal presidente, fino ad ora non ha mai messo la propria faccia su TV e giornali, per dire pubblicamente il proprio parere sulla situazione che si è creata e su quanto è accaduto all’autogrill di Bari? Penso sia più civile e costruttivo un confronto pubblico, già sollecitato dalla società ma sempre evitato dagli ultras, che continuare solo ad insultare con il risultato di dividere la tifoseria.

Alex: Incredibile l’ignoranza  e la pochezza che dimostra tutta la stampa padovana nel voler dare risalto a episodi che si sono conclusi con un “nulla di fatto”. Solo perché è stata aperta la porta di una macchina, senza recare alcun danno e per un semplicissimo scambio di offese, si sta vaneggiando augurando “galera” e minacciando querele. Ha veramente dell’INCREDIBILE. Poi dall’alto della sua palese “non competenza” arriva pure il giudizio di tale CRESCITIELLO, il quale, in qualità di amico dei vari VALENTINI e dei vari PENNOCCHIO (spesso ospiti alle sue trasmissioni…chissà quali strani giri?) invoca l’intervento di ABODI’ e mi domando perché anche il presidente degli Stati Uniti non debba intervenire per risolvere questa delicatissima situazione che potrebbe alterare gli equilibri per la pace nel mondo. Si vuole invece ignorare che il vero problema per i tifosi del Padova e di tutti coloro che se ne occupano è e deve essere la posizione in classifica della squadra ed eventualmente capirne i motivi. Nell’accettare (da tifoso) che una nuova proprietà decida di operare nel mercato in ristrettezza economica, per i tempi che corrono, è capibile e comprensibile. Certo è che in questa situazione una società seria solo una cosa non può sbagliare: L’ALLENATORE.

Non solo è stato sbagliato il primo (può succedere) ma è stato cannato in pieno pure il secondo. E perché? Perche le scelte non vengono fatte basandosi su ragionamenti tecnico-tattici e pensando cosa sia meglio per il calcio PADOVA, ma semplicemente pescando uomini che fanno parte della propria scuderia. Il signor Mutti appena entrato in spogliatoio ha chiesto a IORI che ruolo faceva. INDECENTE. Ma durante il suo periodo di inattività invece di guardare giocatori e partite di calcio cosa guardava? Candy candy o LUPIN III? E sappiamo tutti che alle spalle di questi signori il progetto tecnico è mosso da Luciano Moggi. Poco importerebbe se si facesse il bene del PADOVA, ma per la competenza sin qui dimostrata si ha il dubbio che facciano solo i loro interessi muovendo giocatori a proprio piacimento e non perseguendo un progetto che permetta al Padova calcio di avere un futuro. È quindi evidente che il problema a Padova non sono gli ultrà che da tifosi chiedono solo chiarezza e correttezza per non tornare nel baratro della serie C, bensì la società che deve delle risposte ai propri tifosi che per quanto scritto sopra hanno a ragion veduta molti DUBBI. È altresì doveroso precisare che un tifoso non va a BARI per contestare i VALENTINI o i PENNOCCHIO, che calcisticamente hanno UNO/DUE anni di vita, ma solo per AMORE della propria squadra null’altro. Lavarsi la bocca prima di parlare di certe persone.

Lino: Qui’ non si tratta di tifosi bensi’ di psicopati aggressivi … questa gentaglia rovina il calcio e allontana i veri tifosi dallo stadio…se sono da denunciare  non lo so’ dire, ma certamente deve essere vietato loro l’ingresso allo stadio

Mirco: Non dimentichiamo che le contestazioni di questi tipo nel calcio ci sono SEMPRE state: Valentini e compagnia bella quando hanno deciso di fare questo mestiere sapevano benissimo cosa comportava…. Il calcio è questo, prendere a scatola chiusa: dentro tutto al carrozzone ci sono anche tifosi che diventano cattivi se vedono che la propria squadra del cuore viene trattata male. L’importante, come sempre, è non arrivare alla violenza fisica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy