I tifosi ci scrivono, l’angolo delle vostre opinioni

I tifosi ci scrivono, l’angolo delle vostre opinioni

Commenta per primo!

L’angolo delle vostre opinioni, scriveteci a info@padovasport.tv e sulla nostra pagina facebook.

Alvise: Sono triste, sono sconfortato, depresso; non ho più voglia di pensare al Padova. Non voglio più passare il sabato all’insegna del masochismo, sperando in un risultato che non arriva mai. Trovo demenziale idealizzare un sentimento nei confronti di una squadra assemblata sotto la guida di un ridicolo personaggio che ha sempre fallito ogni sua intrapresa.

Mi sento ridicolo nel parteggiare per qualcosa di terribilmente ridicolo . Ho tifato in momenti più tristi, per formazioni più deboli, sotto i cieli più cupi: ma quella maglia c’era ancora, lo scudo era nel mio cuore.

Adesso, dopo una proprietà inesperta che ci ha scientemente e ignobilmente consegnato nelle mani sbagliate, siamo impiantati nella palude dell’oblio, della mediocrità, del senza senso. Siamo così disabituati alla vittoria, così avvezzi alle sconfitte che l’eccezione diventa racimolare qualche punto. Con il biancoscudo non si fa fatica a soffrire, i sabati amari saranno ancora tanti, magari dalla primavera prossima qualcuno venderà le partite e faremo un filotto di sconfitte.

Non c’è una lira, c’è solo improvvisazione e supponenza e poi il nulla. Siamo solo una squadra di saldi, di scarti, da scartati, una squadra a pezzi, sprofondata, come al solito, nella sua miseria storica, nella sua tragedia di errori ed orrori. Senza investimenti nel calcio moderno non c’è nemmeno poesia: inutile pensare al passato, alla fede scudata, ai due a zero rifilato al Torino al Filadelfia non più di due anni fa.. Si, il Padova è un cadavere che cammina, riluce solo della sua immagine di morte: proprietà megalomane, compagne acquisti sballate e la serie C ad aspettarci ancora una volta (e data la mia età per sempre) con ghigno maligno. Biancoscudo, sono stanco di amarti.

Luca: Il momento storico è molto triste, ci pensavo anch’io tornando alla macchina dopo l’orrendo spettacolo, tutto vero e tutto opinabile.. Giocatori, società, allenatore.. La merda di tutto cio è che qui a soffrire come bestie rimaniamo sempre e solo noi, persone che magari non hanno un lavoro e rinunciano ad altro per prendersi il biglietto.. I giocatori passano i presidenti e allenatori pure… Noi invece sempre qui a credere.. Sperare in qualcosa che probabilmente non esiste piu.. Gli stadi si svuotano, gli ultras sono sempre piu bersagliati e il calcio che vogliono si discute a tavolino e non piu sui campi. Che merda!

Lino: Io penso che dopo decenni che seguo il Padova sia arrivato un momento che dire triste sarebbe poco…e poi una cosa, qui’ abbiamo visto fior fiore di calciatori, qui’ brocchi da un’altra parte leoni…ma e’ sempre colpa dell’allenatore o dei presidenti? ma non vanno i giocatori in campo? e non vengono pagati profumatamente? non possono sempre dire bla bla e la faccia e l’esame di coscienza e S.Antonio e la nuova felpa…Loro hannorotto di brutto, me sa’ che ghe voria na frusta o uno aea Nereo Rocco a ciaparli a peade nel da drio…Forza Padova comunque, dai che ghea faxemo!

Giorgio: Questi vogliono retrocedere sono sicuro !!!! hanno visto che non hanno i soldi per gestire non ce la fanno ma non vogliono mollare i soldi della sponsorizzazione di Cestaro con gli stipendi con un tetto basso come sarà la C1 dell’anno prossimo credono di vivacchiare un altro pò mangiandoci e spolpandoci finché possono poi quando scadrà la sponsorizzazione portano i libri in tribunale …… Gurdate il link della Fattori in un post di Barsotti di ieri …… La prima volta che mi trovo d’accordo con lui

Andrea: Abbiamo tutti lo stesso stato d animo, cmq il campionato non e’ finito ! Io dico BOIA CHI MOLLA … E speremo ben.

Luigi: Matteo e’ vero che vanno i giocatori in campo, ma questa società ha fatto errori a raffica …il primo fu non confermare Bonazzoli che costava solo 50.000 euro all’anno e dopo silurare Raimondi trattato come una merda …per far giocare giocatori in prestito per prendere i gettoni di presenza….ma purtroppo nessun Padovano si è fatto avanti per rilevare ….la cosa e’ molto complicata….come dice Barsotti nel post di ieri…si fallirà e solo dopo un Padovano entrerà con una società pienamente ripulita dai debiti che la precedenza dirigenza ha creato in stile casta politica…ricchi loro( meno Cestaro) poveri noi!

Mirco: E che casso ! go capio semo messi mae, ma on fià de animo, no semo miga morti ancora, manca poco, ma mai moeare !

Simone: Questi mettono inserzione su Subito. “Cercasi allenatore per branco di disperati. Anche prima esperienza. Stage non retribuito”

Alberto: Questo mercante di cammelli da Brescia ha prelevato la nostra gloriosa maglia a gratis, anzi ne ha presi per portarsela a casa a conti fatti. Mi viene spontaneo chiedermi quanto ridicole oppure semplicemente false siano state le eventuali offerte presentate da chi dice di tenere tanto al Calcio Padova, vedi i vari Marotto e Vecchiato. La conferma qualora ci fossero dubbi che era semplice ricerca di pubblicita’ gratuita con tanto di supporto tuttora in atto da parte del vostro sito. La societa’ e’ stata venduta al miglior offerente com’e’ normale che sia, quindi visto che lo avete supportato e continuate a dargli spazio sul vostro sito, mi chiedo cosa ci fossse di vero sulla proposta di Marotto, che a sentire voi sembrava fosse Cestaro che per motivi oscuri all’umnaita’ non voleva vendergliela. Visto che dice la sua su tutto, chissa’ se dira’ la sua anche su questo. 

Carlo: Con Serena siamo sicuri cambierà qualcosa? Ho paura che hanno ragione quelli che dicono che penocchio è già pronto per la lega pro… non dovrà sborsare un euro neanche l’anno prossimo e intanto incasserà i 2,5 milioni di Cestaro per altri due anni, più il paracadute della retrocessione. Chiamalo scemo, è diventato un lavoro a tutti gli effetti per lui!

Mirco: Non si gioca con la passione di una città, caro Penocchio… stai attento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy