I tifosi ci scrivono, ore decisive. Calcio Padova appeso a un filo

I tifosi ci scrivono, ore decisive. Calcio Padova appeso a un filo

Le vostre domande e i vostri commenti sull’attuale situazione del Padova. Scriveteci a info@padovasport.tv oppure sulla nostra pagina facebook. Cercheremo di rispondere a tutti.

Mattia: Caro direttore, ho letto in giro che il Padova avrebbe diritto anche alla restituzione della fidejussione presentata per l’anno scorso. E’ così? Potrebbe aiutare questo denaro di cui non si è mai parlato?

A fine ottobre prossimo si potrà contare su quei soldi, non prima. (Ste.Via.)

Luca: Se scompariamo vado a prendere Penocchio a Brescia e poi Cestaro a Dueville di persona. Maledetti affaristi, non so chi sia peggio.

Tenente: La mia paura è che anche questi ultimi giorni siano parte di una commedia con finale triste dove ognuno finirà con lo scaricare la responsabilità sull’altro del mancato accordo. Prego Dio che non sia così amo troppo il Padova e la sua storia.

Matteo: Stefano, ma agli imprenditori della cordata in linea teorica converrebbe ripartire dalla D e sperare nel fallimento.

Gli imprenditori della cordata semplicemente non vogliono ripianare perdite di altri. Se ciò venisse fatto in tempo, credo che converrebbe a tutti partire dalla Lega Pro. (Ste.Via.)

Simone: Mi dispiace per Cestaro ma credo proprio che ci sia lui a monte di tutto questo casino. Tu cosa ne pensi stefano?

Credo che quella cifra “distratta” poco prima della cessione (4 milioni come finanziamento soci da Padova a Unicomm) non sia più rientrata nelle casse del Padova, come invece era l’accordo, una volta completato a gennaio il passaggio societario. Si parla di un buco di 3,7 solo questa stagione, più o meno i soldi mai rientrati di quella strana operazione. Ho l’impressione che Unicomm non abbia mantenuto fede ai patti fino in fondo e che la richiesta di anticipo dei 2,5 milioni sia quasi legittima. Lo capiremo solo nei prossimi giorni e quando gli attori in gioco si decideranno a parlare chiaramente. (Ste.Via.)

Jacopo: Stefano, a mio sommesso parere, non dovete dare spazio a personaggi del tasso di Criscitiello, la cui opinione è mutevole come il susseguirsi delle stagioni. Ha sempre difeso Penocchio, ed ora cerca di ingraziarsi la tifoseria perché palesemente in torto. Lasciate spazio a chi ha a cuore la nostra squadra.

L’abbiamo riportata perchè mi pare che li abbia in qualche modo “scaricati”. Forse è solo una mia sensazione, ma è stato chiaro. In ogni caso mi ha detto che da quando è stato impegnato con la riapertura di Sportitalia non ha avuto più modo di sentire nè i Valentini nè Penocchio. (Ste.Via.)

Michele: Ho come l impressione che Pinocchio voglia arrivare al fallimento….

Io invece credo che nessuno (nè Cestaro, nè Penocchio, nè i possibili nuovi imprenditori) voglia arrivare al fallimento. Però per evitarlo ci vuole la prima mossa di qualcuno, altrimenti è inutile. I soldi non pioveranno dal cielo. (Ste.Via.)

Leonardo: Ho sentito dire che anche Del Piero si sarebbe interessato alla situazione del Padova, vi risulta?

Non ci risulta. (Ste.Via.)

Mirco: Ma dell’inchiesta della Finanza si sa qualcosa? Al momento mi pare che Penocchio e Valentini, aldilà della loro inettitudine calcistica e antipatia cronica, non abbiano commesso niente di grave?

Bisognerà aspettare l’esito dell’indagine, al momento va imputata loro solo la retrocessione e gli errori commessi nella gestione dell’intera stagione. Per quanto riguarda cifre, buchi di bilancio, ammanchi vari o altre operazione poco limpide non ci sono ancora elementi sufficienti. (Ste.Via.)

Luca R.: Ma noi falliremmo per il buco milionario creato tra cestaro e penocchio o solo per i soldi degli stipendi e fidejussione

Il Padova al momento fallirebbe perchè non ha pagato gli stipendi di marzo-aprile e non ha presentato la fidejussione. Il “buco” è un altro discorso. (Ste.Via.)

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy