La posta dei lettori (13/01)

La posta dei lettori (13/01)

Commenta per primo!

Scriveteci a info@padovasport.tv oppure sulla nostra pagina facebook. In maiuscolo, il “tema” del messaggio precede il nome del lettore che ci scrive.

PADOVA IN AFFANNO, Davide: se devono giocare come domenica è meglio che qualche giocatore stia a casa e facciano giocare giovani della primavera più motivati e che sicuramente hanno più voglia di correre!

UNDER IN CAMPO, Luca: Mi pare un po’ gestita male la storia degli under, perchè eliminare i vari Bragagnolo Montinaro prima di averne di nuovi? Erano così scarsi? Boh… Ma gli under che usava parlato l’anno scorso al pordenone sono reperibili sul mercato? Mi pare fossero terzini anche li…

PADOVA E FUTURO, Carlo: Caro direttore, ho l’impressione che questa squadra faticherà non poco quest’anno e che,se tutto dovesse andare bene, l’anno prossimo sarà da rifondare tutto un’altra volta… i giocatori di qualità sono vecchi, i giovani non sono all’altezza. Non vedo gente che possa scalare le categorie come successo in passato nel carpi (di gaudio giocava anche in serie D) o avellino (dove c’è un certo Angelo D’Angelo che era titolare in D ed è titolare oggi in B) o perugia… insomma, per adesso tutto rose e fiori ma non esaltiamoci troppo!!!!!!!!!!!!!

UNDER IN CAMPO, Mirco: DeGrassi spiace dirlo ma non è all’altezza della situazione, speriamo che per domenica arrivi gente nuova altrimenti sarà dura per parlato… che non può fare le nozze con i fischi secchi

DOPPIA SCONFITTA, Matteo S.: Leggo commenti deliranti solo per due sconfitte… ricordiamoci che siamo una squadra di serie D in tutto e per tutto e che non si vince solo grazie al blasone e al tifo….. forza parlato e forza Padova!! Continuate così e vedrete che alla fine sarà ancora più bello festeggiare il traguardo…

ASSINDUSTRIA E CRISI, Gianni Fav.: Che ci sia la crisi nello sport padovano è ormai risaputo da tempo ed uno dei motivi principali è ovviamente il fattore economico. Quando però leggo che tra i membri del consiglio di Assinbdustria sport (Leopoldo Destro,Mauro Bertani, Enrico Carraro, Francesco Mario Peghin, Carlo Sabattini, Giuliano Tabacchi e Steffen Andreas Henning Zugel) ci sono nomi altisonanti del mondo industriale padovano e non solo, mi vien da chiedere: ma allora queste cariche sono solo rappresentative e di immagine o hanno anche un valore economico? La mia risposta è, ovviamente,solo la prima ipotesi. Perchè, se anche a livello di atletica leggera, che non si può certo definire uno sport da professionisti, non si riescono a tirar fuori soci sostenitori per far continuare un’attività sana per giovani, non possiamo certo aspettarci che altri sport maggiori, quali il calcio o il basket possano riemergere nel nostro territorio. Per fortuna si salva solo il volley, con una politica accurata e non certo eccessivamente dispendiosa. Purtroppo questa è la realtà e non mi si venga a dire che la causa è solo ed esclusivamente la crisi economica

Non vorrei sbagliarmi, ma Assindustria sport oramai rimane in piedi solo per la Maratona, che ancora un po’ di cassa la fa (Ste.Via.)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy